social

Pizze e dolci, boom di vendite con il lockdown: l'azienda vola a 300 milioni di euro

Lo storico marchio Cameo arriva a sfiorare i 300 milioni di euro di fatturato nell'anno della pandemia: boom di vendite di ingredienti per dolci (+130%)

Gli uffici di Desenzano, una torta della Cameo

Pizze e dolci, il lungo lockdown fa schizzare le vendite: succede (anche) alla Cameo, storica azienda alimentare specializzata in torte, budini e pizze, presente in Italia da oltre 80 anni (da tempo il quartier generale è a Desenzano del Garda) e conosciuta nel mondo come Dr.Oetker. Il bilancio del gruppo italiano (che oltre a Cameo controlla la Rebecchi Fratelli Valtrebbia) si è chiuso, nel 2020, con un fatturato di 299 milioni di euro, in crescita di 61 milioni rispetto all'anno precedente.

Insomma, un'annata da record: lo è stata per il margine operativo lordo (ebitda) fissato a 59,4 milioni di euro, e per l'utile netto, che da 16 passa a 36,1 milioni (più che raddoppiato). Tra i prodotti più venduti (e consumati) sicuramente i lievi Paneangeli per dolci e salati, preparati per torte e dessert, la linea di ingredienti e decorazioni Mariarosa, le pizze surgelate.

Vendite record: ingredienti per dolci al +130%

“E' stato un anno complicato – fa sapere l'azienda in riferimento al 2020 – in cui abbiamo messo la sicurezza dei nostri collaboratori al primo posto, avendo al contempo l'esigenza di incrementare la capacità produttiva del nostro stabilimento di Desenzano, per rispondere a una notevole crescita della domanda. Abbiamo visto un incremento a tripla cifra sull'ingredientistica per dolci, +130%: la domanda di lieviti in particolare, ma anche di molti altri prodotti per la preparazione casalinga di pizze, pane e dolci è stata straordinariamente alta nel periodo di permanenza forzata tra le mura domestiche”.

La Carta della sostenibilità nell'anno della pandemia

Il lockdown che cambia (inevitabilmente) le abitudini. “Coloro che già coltivavano la passione per la cucina lo hanno fatto più spesso – continua Cameo – e accanto a loro, ci sono state tante persone che si sono cimentate per la prima volta, scoprendo il piacere di impastare con le proprie mani”. L'anno della pandemia ha dato inoltre l'occasione di implementare la “Carta della sostenibilità”, un vero e proprio “manifesto” a cui faranno fede tutti i collaboratori del marchio Dr.Oekter, su temi come sostenibilità, riduzione degli impatti, stile di vita dei collaboratori.

Il marchio Dr.Oekter, ricordiamo, è presente in 40 Paesi (e Cameo è la divisione italiana): il brand fa parte a sua volte dell'Oekter Gruppe, multinazionale tedesca che conta più di 34mila dipendenti e un fatturato di circa 7 miliardi e mezzo di euro. Nota curiosa: il fondatore Augusto Oetker è stato l'inventore del lievito in bustina. La Cameo occupa più di 320 collaboratori: risale al 2017 l'inaugurazione del nuovo Campus di Desenzano, 4 piani e oltre 5mila metri quadrati, costato circa 10 milioni di euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizze e dolci, boom di vendite con il lockdown: l'azienda vola a 300 milioni di euro

BresciaToday è in caricamento