menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Largo dei Custodi sotto l'abside della chiesa di Sant'Agata

Il Largo dei Custodi sotto l'abside della chiesa di Sant'Agata

La città nascosta: un viaggio sotterraneo alla scoperta dei segreti di Brescia

Da più di 10 anni l'associazione Brescia Underground lavora per la tutela e la ricerca della città sotterranea: disponibili anche visite guidate

La città segreta, la città sotterranea: dove ancora scorrono fiumi nascosti e silenziosi, strade e vicoli invisibili, dove le storie antiche (e plurisecolari) s'intrecciano con l'architettura più recente. Sotto le strade cittadine, fa sapere Visit Brescia, l'associazione Brescia Underground si propone come guida in un inusuale trekking in profondità tra antichi fiumi, canali che non si vedono dalla superficie, rogge sommerse. Aneddoti e storie dell'antica Brixia accompagnano gli itinerari: un'esperienza suggestiva alla scoperta del sottosuolo e delle rotte commerciali di un'epoca che fu, dove canali e corsi d'acqua erano il fulcro degli scambi e dell'attività economica.

Brescia Underground

L'associazione Brescia Underground nasce nel giugno del 2006: il suo scopo principale è la ricerca, l'esplorazione e la documentazione del sottosuolo della città. Sottosuolo, si legge sulla pagina web ufficiale, esplorato da un punto di vista particolare e insolito: gran parte delle attenzioni vengono infatti dedicate a rogge, fiumi e canali nascosti sotto il centro storico, rivi come Garza, Bova, Celato, Dragone, Molin del Brolo, Garzetta e molti altri. Le “avventure” di Brescia Underground vengono proposte anche al pubblico, organizzando visite guidate nel ventre della città, coinvolgendo qualsiasi fascia d'età.

Cosa scorre sotto la città

I canali citati poche righe fa, di fatto, fino a tre secoli addietro scorrevano alla luce del sole, servendo le proprie acque ai numerosissimi artigiani e opifici residenti proprio su quelle rive. Sono rimasti lì, silenti e nascosti, in attesa di essere esplorati e documentati per consentirne una maggiore conoscenza della parte più intima del cuore urbano che spesso viene dimenticata e abbandonata alla sua memoria storica.

L'associazione Brescia Underground ha studiato fino ad oggi una buona parte del patrimonio sotterraneo locale, grazie al supporto di privati e istituzioni, riscuotendo un inaspettato successo sia dal punto di vista storico-culturale che didattico, offrendo ai più curiosi una valida alternativa di svago, dal gusto affascinante e avventuroso. Antiche cantine, aree dimenticate, leggende e segreti: anche questo fa parte della storia di Brescia.

Da poco più di un decennio, dall'ottobre del 2009, sono stati posizionati in tutta la città la bellezza di 13 totem “culturali”, nelle vie principali del centro. Sono la testimonianza “viva” degli innumerevoli corsi d'acqua sepolti sotto gran parte della case, piazze e monumenti del cuore urbano.  I totem sono accompagnati da descrizioni inerenti i corsi d'acqua, sia in italiano che in inglese.

Come partecipare alle visite guidate

Esistono vari itinerari messi a disposizione da Brescia Underground per il pubblico, ovviamente solo su prenotazione. Tra questi il Livello 1, per gruppi da un minimo di 20 a un  massimo di 50 persone, al costo di 5 euro a persona per un'ora e mezzo circa di visita. La visita Livello 2 è più impegnativa ma decisamente più affascinante: l'equipaggiamento, oltre a guanti e torcia elettrica, prevede gambali e caschetti (questi forniti dall'associazione). La durata della visita è di circa 2 ore e mezza. Altro percorso è “Il Dugale e i segreti della Torre dell'Orologio”: gruppi da 15 persone, mezz'ora di durata prevista. Ulteriori informazioni sulla pagina web dell'associazione, oppure via mail a info@bresciaunderground.com. Le visite costano tra i 5 e i 10 euro a persona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Coronavirus

Covid: 43 casi in una settimana, in paese è allerta massima

Coronavirus

Pazienti positivi nell’ospedale no-Covid, chiuso un reparto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento