Bobo Vieri scende in campo per Capodanno: "Siate negativi, rispettate le regole"

C'è anche Bobo Vieri – ex attaccante di Inter e Milan – nella campagna di sensibilizzazione della Regione in vista del capodanno

E' partita lunedì 28 dicembre la nuova campagna di comunicazione di Regione Lombardia per invitare tutti, e in particolare i più giovani a rispettare le regole in vista del Capodanno. Il protagonista del messaggio stavolta è Christian “Bobo” Vieri, attaccante che ha vestito le maglie lombarde di Inter, Milan e Atalanta, oltre che della Nazionale.

Il video verrà riproposto su tutti i canali social della Regione e di Lombardia Notizie, e lancia un messaggio semplice ma necessario: è un invito alla prudenza, all'utilizzo della mascherina e al rispetto del distanziamento sociale.

La campagna social di Bobo Vieri

Ne esistono due versioni, una “short” e una “long”: la prima dura soltanto 15 secondi e di fatto racconta solo il messaggio di Bobo Vieri, la seconda invece è anticipata da una serie di luoghi comuni da evitare. “Ma sì, che mi frega: mi vedo solo con gli amici”, per cominciare: e poi a seguire altri grandi classici come “Tanto i ragazzi non si ammalano”, “A me di sicuro non capita”, e ancora “E se capita, sarà solo un'influenza”.

E' in questo momento che sullo schermo interviene Bobo Vieri, bomber vero: “Lo sapete che quando c'è da divertirsi io ci sono sempre – spiega – ma proteggiamo chi amiamo: indossiamo la mascherina e rispettiamo le regole”. Poi la camera stacca e torna sull'inquadratura iniziale, quando una ragazza sta per rispondere al messaggio che in tanti ci saremmo aspettati in questi giorni.

Il precedente di Zlatan Ibrahimovic

“Capodanno insieme?”, è la richiesta di un amico (o amica) a noi sconosciuto: “Per quest'anno è meglio di no”, la risposta della ragazza nello spot. Gran finale, di nuovo, con Bobo Vieri: “Siate negativi, è il mio augurio per voi”. Il 47enne nato a Bologna e cresciuto in Australia non è il primo bomber a scendere simbolicamente in campo per una campagna di sensibilizzazioni ai tempi del Covid.

Alla fine di ottobre la Regione aveva già schierato anche Zlatan Ibrahimovic: il centravanti del Milan, che all'epoca aveva appena sconfitto il Covid, era diventato così il protagonista di un video nel quale chiedeva il rispetto del distanziamento e dell'uso della mascherina. Con un messaggio alla Ibra, e per questo forse ancora più efficace: “Tu non sei Zlatan, non sfidare il virus”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento