social

Musica nei boschi, arriva Blam: il festival che accende l'estate bresciana

Save the date, è ufficiale: dal 9 al 12 settembre a Ome

Blam: come un qualcosa che cade ma non si rompe, anzi si rinforza, un rumore improvviso nel silenzio di una calda estate bresciana. Onomatopea e non solo, dicasi Blam Festival: suono elettronico in ambiente naturale, la prima edizione (in scena dal 9 al 12 settembre) apre le porte del piccolo Comune di Ome al grande pubblico, con quattro serate in altrettanti parchi, occasione unica per poterli vivere secondo modalità di fruizione inedite e futuribili. A partire dal fatto che per raggiungere quegli stessi luoghi gli avventori dovranno spostarsi, camminare e muoversi, innescando (ancor prima di arrivare) un processo multisensoriale evocativo e stimolante.

E' così che vibra il Blam Festival, appellativo che già gli va un po' stretto: dinamico e nuovo, innovativo, diverso da un festival nel senso tradizionale del termine. Nulla è lasciato al caso nell'organizzazione dell'evento: anche la scelta delle differenti location si pone, infatti, in stretta relazione con la tipologia di musica proposta, in cerca di un “adattamento” immediato e sinergico. Per capirci: ogni serata sarà associata e ispirata all'elemento naturale che contraddistingue la vegetazione dello spazio che la ospita. Provare per credere: ambiente, musica e movimento.

I luoghi del primo Blam Festival

Blam Festival, sia chiaro, amplificherà le molteplici sfaccettature della musica elettronica (con il graditissimo ritorno della “Repubblica”: ne parliamo tra qualche riga). Questi i luoghi del festival: giovedì 9 settembre al Parco della Casa Gialla al Maglio, venerdì 10 al Parco di Cerezzata, sabato 11 al Parco del Maglio, infine domenica 12 settembre, la serata conclusiva del breve ma intenso percorso itinerante, al Parco di San Michele (adiacente all'omonima chiesa). Le varie aree del festival saranno allestite con spazi relax, angoli d'ombra, postazioni bar e punti ristoro (gestiti dallo staff di Blam): gli appuntamenti, ma era ovvio, nel rispetto delle normative anti-Covid, con capienze limitate e obbligo di mascherina all'ingresso. E adesso, il programma.

Giovedì 9 settembre. Ciao Italia – Generazioni Underground

Location: Parco della Casa Gialla (Maglio)
Orario: 18-24
Speaking + djset: Dj Ralf, Alex Neri, Don Carlos, Leo Mas 
Ingresso 15 euro + dp. Capienza massima 400 persone

Presentazione del progetto discografico “Ciao Italia – Generazioni Underground”, doppio vinile più inserto editoriale uscito il 12 giugno 2021 su etichetta Rebirth: un viaggio ritmico che attraverso musica, voci dei protagonisti, fotografie, interviste, rarità e abbagli notturni dal dancefloor ricostruisce l’affresco di un’epoca e di un genere i cui riverberi continuano a essere oggetto di venerazione tra dj, clubber e cultori musicali di tutto il mondo. Dream House, Italo House, Piano House…in una parola: “undergound”.

Venerdì 10 settembre. Vale Budino + Paul Bhn

Location: Parco di Cerezzata
Orario: 18-24
Line up: Vale Budino (opening Paul Bhn)
Ingresso 10 euro + dp. Capienza massima 500 persone

Valentina Bodini, in arte Budino, e la sua musica dal tocco “italo” scombinano il dancefloor con diagonali nu-disco, groove retrofuturisti ed echi electro/dark/industrial. Bresciana da anni accasata a Berlino, dopo i viaggi fluorescenti lungo la linea di basso al party “Oscillator” e in altre serate di culto tipo Cocktail D’Amore o Dancing for Mental Health, Budino ha diviso la consolle con Andrew Weatherall e si è esibita a Bruxelles Boiler Room. Passione, ricerca, energia positiva: i suoi set fondono ritmi che inducono trance oscure, percussioni tribali e trame cosmiche.

Sabato 11 settembre. Recondite

Location: Parco del Maglio
Orario: 18-24
Line up: Recondite (opening Materie | Elia Piana)
Ingresso 20 euro + dp. Capienza massima 1500 persone

Hip hop e downbeat, classica, techno e ambient: influenzata dalla spinta deep degli anni 2000, dalla sensibilità minimale di Richie Hawtin, dalle visioni scure e distopiche di Trentemøller, la sua musica cerca di trasmettere esperienze profonde e suscitare sensazioni sempre nuove. Il risultato è  una concezione del live che allinea musica e ambiente. L’artista tedesco non si limita a eseguire singole tracce: il suo viaggio racconta un percorso personale che si esprime mediante suoni rilassanti e dolci, mescolati con l’atmosfera “ombrosa” del genere dark, in un set che guiderà gli ascoltatori all’interno delle più inesplorate zone della musica elettronica.

Domenica 12 settembre. Brescia Repubblica Elettronica

Location: Parco San Michele
Orario: 12-24
Line up: TBA
Ingresso 10 euro + dp. Capienza massima 400 persone

Evento dedicato ad artisti e dj della scena clubbing bresciana più alternativa e sperimentale, dopo diverse edizioni organizzate in città, Brescia Repubblica Elettronica ritornerà al futuro mantenendo intatto il suo spirito “unificante”: musica, cultura e contaminazioni per raccontare il mondo della notte da una prospettiva diversa, lontana dal buio più vicina all’essenza.

Informazioni, prevendite e servizi

I biglietti si possono acquistare in prevendita sul sito ufficiale blamfestival.com: andrà presentato all'ingresso di ogni location, stampato o su dispositivo elettronico. I parcheggi: Borgo del Maglio, Via Provinciale 6, Piazza Mercato, Via Maestrini, parcheggio delle Terme (Via Maglio), parcheggio della Clinica San Rocco. Navetta gratuita il 12 settembre da Piazza Mercato: servizio da mezzogiorno a mezzanotte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musica nei boschi, arriva Blam: il festival che accende l'estate bresciana

BresciaToday è in caricamento