rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
social

Tutta Italia abbraccia Brescia e Bergamo, Mattarella: "La cultura ricchezza di vita"

La cerimonia d’inaugurazione alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Due città, due teatri, un’unica capitale italiana della Cultura: cinque minuti di applausi per l’arrivo del presidente della Repubbilca Sergio Mattarella. Puntuale, puntualissimo ha raggiunto il Teatro Grande allo scoccare delle 17 per la cerimonia di inaugurazione di Bergamo Brescia Capitale italiana della Cultura 2023 (che per la cronaca si è svolta in contemporanea nel capoluogo orobico, al Teatro Donizetti, ma in presenza del ministro Gennaro Sangiuliano). Centro storico blindatissimo venerdì a Brescia per l’arrivo di Mattarella: blocchi sulle strade e controlli a piedi delle forze dell’ordine in diversi luoghi della città, poi transenne e accesso interdetto nella zona di Corso Zanardelli, sotto i portici, adiacente al Grande. 

L’inaugurazione di Bergamo Brescia 2023

La cerimonia, tra l’altro trasmessa in diretta dalla Rai, ha sancito il debutto - "Il calcio d’inizio ufficiale", ha detto il sindaco di Bergamo Giorgio Gori - dell’anno della cultura nel segno de "La città illuminata", altro slogan comune di Bergamo Brescia 2023. Da qui al prossimo dicembre sono in programma più di 100 grandi progetti e migliaia di iniziative, in città e in provincia, che prenderanno corpo un po’ alla volta nel corso dell’anno.

"Vogliamo essere e saremo una Capitale illuminata - ha detto la vicesindaca Laura Castelletti - e brilleremo dei progetti di musei, teatri, associazioni, scuole, università, terzo settore e che tanti altri hanno messo in campo: daremo luce al proverbiale saper fare delle nostre città e dei loro abitanti, alle idee fuori dagli schemi dei giovani e alla preziosa esperienza di chi tanto giovane non è più. L’anno che ci aspetta è infatti costellato di incontri, eventi aperti, un fiume di attività che mi auguro ci coinvolga tutti, bresciani e bergamaschi e non solo: invitiamo tutto il Paese a raggiungere le nostre città". 

Inaugurazione Bergamo Brescia Capitale della Cultura

L’intervento del presidente Mattarella

Il tema della cultura come “luce” anche nel discorso del presidente Mattarella: "La cultura è una ricchezza che nasce dalla vita, dalla comunità, e poi ritorna alle persone, alle generazioni successive come linfa, civiltà, genio e valore. È il sapere conquistato dall’esperienza, il pensiero che si costruisce nello studio, nel confronto, nella ricerca e nel lavoro: è l’emozione del rappresentare la vita, un arricchimento dei valori che caratterizzano l’umanità. Brescia e Bergamo ne sono un esempio, con le loro virtù di ieri e di oggi".

La candidatura congiunta di Brescia e Bergamo, ricordiamo, ha preso forma nel maggio del 2020, subito dopo la prima drammatica ondata Covid: "Per dare alle nostre città, gravemente ferite dal virus - ha ricordato il sindaco di Bergamo Giorgio Gori - un segnale di reazione e speranza”. "Un anno di riscatto e di rinascita - ha invece ribadito il primo cittadino di Brescia Emilio Del Bono - in cui ci mostreremo per rendere evidente che c’è un'Italia non in cima ai circuiti turistici nazionali, che tuttavia sorprende e sorprenderà i suoi visitatori, l’Italia dei tesori nascosti".

"La cultura - ha detto ancora Sergio Mattarella - è anche coraggio di superare presunti antagonismi, di scavalcare muri, di uscire dagli schemi: è il coraggio di illuminare la città, come indica lo slogan che avete scelto, carico di significati. Le città sono il sedimento della Storia, ma continuano a camminare, a progredire: non restano uguali a sé stesse, producono luce, si nutrono di luce. Anche la cultura è luce. E i 100 progetti dell’anno di Capitale della Cultura saranno una grande occasione". 

La grande festa di sabato 21 gennaio

La grande inaugurazione di Bergamo Brescia 2023 continua anche sabato 21 gennaio. Dopo i concerti dei bambini, in città e in vari Comuni della provincia, la festa si accende dal pomeriggio a Brescia, in Piazza Loggia. A partire dalle 17 Ambra Angiolini presenterà sul palco le esibizioni di Francesco Renga, Fausto Leali, Coma_Cose, Mr.Rain, Slick Steve and The Gangster, Tommy Kuti e Voodoo Kid. Sul palco anche gli influencer Mattia Stanga e Estetista Cinica, gli ex calciatori del Brescia Andrea Caracciolo e Marco Zambelli. 

Dalle ore 20 e fino alle 22.30 Piazza Vittoria sarà invece “dipinta di luce”. La grande festa di sabato terminerà ancora in Piazza Loggia con un secondo concerto (gratuito come il primo) con la partecipazione di artisti come Listrea, Superdownhome, Views, Gemini Blue, Le Endrigo, Barkee Bay, Miglio, Bruno Belissimo e Frah Quintale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutta Italia abbraccia Brescia e Bergamo, Mattarella: "La cultura ricchezza di vita"

BresciaToday è in caricamento