La "Bassa Via" del Lago di Garda, il paradiso nascosto degli amanti del trekking

Un percorso di oltre 80 chilometri che attraversa tutto l'alto lago, da Salò fino a Limone: la Bassa Via del Garda per gli amanti del trekking e della natura

Fonte: Facebook - Bassa Via Del Garda e dintorni

Da qualche anno viene celebrata dalla BvG Trail, evento sportivo che ormai un cult – nel 2020 in scena il 4 aprile – che si sviluppa in quattro gare differenti, la Hero (85 chilometri e 5.300 metri di dislivello), la Trail (70 chilometri e 4.200 metri), la Marathon (42 chilometri e 2.700 metri) e infine la Run (25 chilometri, 950 metri): gli organizzatori non esitano a definire il percorso come “un ponte sospeso tra terra e cielo”.

Parliamo di un must del lago di Garda, una delle cose da vedere almeno una volta nella vita: è la Bassa Via del Garda, un percorso a tappe tracciato per la prima volta nel 1997 lungo la dorsale del Parco Alto Garda bresciano, da Salò e Limone, e dedicato – si legge sulla fanpage di Facebook – all'editore Roberto Montagnoli, fondatore della casa editrice Grafo.

Un lungo cammino dalla storia millenaria

Il percorso viene costantemente monitorato dal Comitato BiViGi Alto Garda, che come detto qualche riga fa organizza ogni anno la celebre BvG Trail. Ma al di là dell'aspetto tecnico-sportivo, si legge ancora su Facebook, “il percorso è pensato anche per una frequentazione ponderata e tranquilla, che permetta di godere appieno di tutte le straordinarie caratteristiche naturalistiche, ambientali, storiche ed architettoniche che la Bassa Via del Garda offre, dipanandosi in un territorio oltremodo variegato”.

Da Salò a Limone, dicevamo, passando per “dolci colline, canyon, pareti a strapiombo sul lago, paesaggi mozzafiato arricchiti dall'opera dell'uomo, le limonaie, i resti secolari di archeologia industriale, gli edifici sacri”. Tanti paesaggi, e tanta storia: pare che il tracciato nasconda una tradizione millenaria, utilizzato già dai tempi dell'Antica Roma, e quindi migliaia di anni fa. Il percorso è stato riscoperto e tracciato alla fine degli anni '90, su indicazione dell'ente che oggi è Ersaf, l'Ente regionale per i servizi all'agricoltura e alle foreste.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bassa Via del Garda: itinerari e percorsi consigliati

Sono tantissimi gli itinerari già esistenti e consigliati per percorrere in tutta la sua bellezza la Bassa Via gardesana. Si parte da Salò risalendo verso Toscolano, attraversando San Bartolomeo e San Michele, poi fino a Gargnano dalla Valle delle Cartiere, Gaino e Navazzo, ancora in cammino fino a Tignale, tra Muslone e Gardola, infine Tremosine e Limone. Per viverlo fino in fondo gli esperti consigliano un trekking di quattro o cinque giornate di cammino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Coronavirus: Brescia è la prima provincia italiana per nuovi contagi

  • Violenta rissa, ragazzino picchiato e lasciato ferito in mezzo alla strada

  • Drammatico schianto frontale nella notte: morte due ragazze

Torna su
BresciaToday è in caricamento