social

Meraviglie d'inverno: sulle vette bresciane la pista da sci notturna più lunga d'Europa

Verrà inaugurata il 5 dicembre prossimo la “Baradello by Night”, la pista da sci in notturna (illuminata a led) più lunga d'Europa

Foto da apricaonline.com

Pennarello rosso sul calendario, per gli appassionati di sci e non solo: sabato 5 dicembre 2020 verrà ufficialmente aperta al pubblico la “Baradello by Night”, quella che a conti fatti è la pista illuminata più lunga d'Europa. Allestita negli spazi (quasi) omonimi del Baradello, tra gli impianti sciistici dell'Aprica, la pista è pronta a fare il suo debutto per la stagione invernale 2020-2021.

La Superpanoramica di Baradello

Nel dettaglio, sarà una pista “Superpanoramica” in notturna, nata dalla volontà della società Baradello 2000, in collaborazione con i Comuni di Aprica e Corteno Golgi, e che – si legge in una nota – “andrà a impreziosire la già ricca offerta turistico-sportiva invernale dell'area”. La Superpanoramica in notturna sarà lunga ben cinque chilometri e mezzo, e tutta illuminata.

A fare luce come se fosse (quasi) giorno una folta schiera di pali con illuminazione a led, in tutto circa 130: sarà illuminata anche la linea della seggiovia, per salire e scendere – appunto – dalla Superpanoramica. Solo per realizzare l'illuminazione e adeguare la pista alle uscite notturne, ci sono voluti più di 800mila euro.

Il comprensorio dell'Aprica

Il comprensorio dell'Aprica è diviso a metà (più o meno) tra Valtellina e Valle Camonica, tra le province di Sondrio e di Brescia: i due Comuni interessati, in particolare, sono proprio Aprica (Sondrio) e Corteno Golgi. Per la cronaca, la nuova pista in notturna “Baradello by Night” si trova proprio in territorio bresciano. La “ski area” si estende per oltre 50 chilometri di piste, che partono dal paese e arrivano a oltre 2.300 metri di quota.

Sci di fondo, corsi e ciaspole

Per gli appassionati, si segnalano anche più di 15 chilometri di piste per gli appassionati di sci di fondo: la più celebre è la pista di Pian di Gembro, situata nell'omonima Riserva naturale (fino a quasi 1.500 metri di altitudine). Da segnalare, infine, anche i percorsi per le escursioni con le ciaspole: ancora la Pian di Gembro, oltre che Trivigno. Per tutta la stagione invernale – Covid permettendo – sono in programma corsi di sci, snowboard e telemark.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meraviglie d'inverno: sulle vette bresciane la pista da sci notturna più lunga d'Europa

BresciaToday è in caricamento