rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
social

Via libera al nuovo centro Amazon: porterà con sé 450 posti di lavoro

Nuovo polo logistico Amazon, la fase autorizzativa è quasi conclusa

Un polo logistico da 8mila metri quadrati per cui sono previste almeno 450 assunzioni tra dipendenti in azienda e autotrasportatori: sono i numeri del progetto del nuovo stabilimento Amazon che è ancora nella sua fase autorizzativa ma che dovrebbe prendere forma nella zona industriale di Chiuduno, in provincia di Bergamo, affacciata direttamente sulla Strada provinciale 91. Sarebbe il terzo stabilimento Amazon nella Bergamasca, dopo quelli di Casirate d'Adda e Cividate al Piano, e a poche decine di chilometri di distanza dall'hub bresciano di Castegnato.

L'operazione è gestita da una società immobiliare che lavora, appunto, per conto Amazon. Sul fronte delle autorizzazioni risulta già approvato il Piano attuativo per la trasformazione del comparto, e nelle ultime settimane è arrivato il via libera degli enti interessati, tra cui la Provincia: non sarà necessaria la Via, la Valutazione d'impatto ambientale.

Sui tempi tecnici effettivi di realizzazione – ovvero: apertura cantiere, inizio lavori, collaudi vari e inaugurazione – nessuno ancora si esprime ufficialmente, ma sta di fatto che alla società proponente ormai manca solo il permesso di costruire. Poi tempo pochi mesi e potranno davvero cominciare i lavori. Nel frattempo l'area interessata – a sud della zona industriale – è già stata recintata e dalla strada si vedono i classici reticoli da cantiere di colore arancione.

Oneri per 250mila euro

A fronte dell'opera da realizzare, il Comune di Chiuduno dovrebbe incassare fino a 250mila euro tra oneri di urbanizzazione e standard di qualità, alcuni di questi riconvertiti in opere di mitigazione, come riferito dal sindaco Piermauro Nembrini a L'Eco di Bergamo: “Ci è stato presentato un piano di mitigazione ambientale corposo, che prevede la piantumazione di parecchi arbusti, senza contare le precise prescrizioni imposte dalla Provincia. Il nuovo comparto sorgerà a ridosso della Sp91, non ci saranno camion a riversarsi in centro”.

Un polo logistico "last mile"

Il nuovo polo logistico di Amazon, nel percorso del trasporto dei pacchi, rientra nella fase nota come “ultimo miglio”: in inglese “last mile”, si riferisce all'effettiva consegna dell'oggetto al cliente, che sia direttamente al domicilio o nei punti vendita o (in questo caso) negli Amazon Locker e derivati. Significa che a Chiuduno saranno smistati i pacchi in consegna – magari dai centri vicini, tra cui Castegnato – per essere poi consegnati ai clienti. 

Amazon in Italia

Dal suo arrivo in Italia, nel 2010, Amazon ha investito oltre 6 miliardi di euro creando più di 12.500 posti di lavoro, in oltre 50 siti sparsi in tutto il Paese. Lo scorso anno sono entrati in attività i centri di distribuzione di Novara, di Cividate al Piano e di Spilamberto (Modena): entro il 2022 sarà inoltre inaugurato il primo centro di distribuzione in Abruzzo, in cui saranno creati un migliaio di posti di lavoro entro tre anni dall'apertura. A livello globale Amazon ha chiuso il 2021 con un fatturato vicino ai 500 miliardi di dollari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via libera al nuovo centro Amazon: porterà con sé 450 posti di lavoro

BresciaToday è in caricamento