rotate-mobile
social Centro / Via Antonio Gramsci

In coda da prima dell'alba per comprarsi un paio di scarpe alla moda

Lunghe code anche prima dell'alba

Prima le nuove Adidas Yeezy griffate Kanye West, arrivate mercoledì mattina nel negozio One-Off di Via Gramsci: lunghe code ancora prima dell'alba per accaparrarsi le “ciabatte” (perché di questo si tratta) in edizione limitata e in vendita a non meno di 90/100 euro. Poi la replica, il giorno seguente: altre code, anche prima del sorgere del sole, sempre in Via Gramsci ma stavolta al Frisco Shop, dove invece erano attese le Nike Dunk Fruity Pack, anche queste in versione limited edition.

Le Adidas Yeezy

Il primo paio di scarpe Adidas Yeezy è del 2015, l'ormai celebre Boost 750: negli anni a seguire è proseguita la collaborazione tra la multinazionale tedesca e il rapper (e designer) americano, che ha proposto una vasta gamma di modelli (fascia di prezzo alta) che sono andati oltre le sneaker, toccando altri ambiti del settore dell'abbigliamento e degli accessori. Alle Yeezy lanciate mercoledì anche a Brescia seguirà presto un altro modello: nome in codice Yzy Bsktbl Knit Slate Azure, saranno sul mercato da venerdì 10 giugno al modico prezzo di 300 euro.

Le Nike Dunk

Le scarpe Nike della linea Dunk nascono per il mondo dello skateboard e degli skater, sul mercato dal 2002. La versione estiva, la “Fruity Pack” ispirata ai colori della frutta, è disponibile da giovedì 9 giugno nei Frisco Shop di Brescia, Torino e Milano. Quattro i modelli della nuova release: Green Apple (mela verde), Cherry (ciliegia), Pineapple (ananas), Blue Raspberry (lampone blu). Sempre sul fronte Dunk ai primi del mese è stata rilasciata la versione (da donna) Rose Whisper, dal 22 giugno è attesa la Be True. In generale, i modelli Dunk si trovano in vendita dai 100 euro in su. 

La civiltà dei consumi

Non è una novità, sia chiaro: in questi anni anche a Brescia e provincia si sono viste code un po' ovunque per i nuovi prodotti in arrivo, che fossero uno smartphone all'ultimo grido o un paio di scarpe uniche nel loro genere. E' la fotografia della società moderna, all'ennesima potenza: citando Pier Paolo Pasolini, è “il centralismo della civiltà dei consumi: […] un'opera di omologazione distruttrice di ogni autenticità e concretezza. Sono i modelli dell'industrializzazione, la quale non si accontenta più di un uomo che consuma, ma pretende che non siano concepibili altre ideologie che quella del consumo”. Ma nessun giudizio: è la democrazia dello shopping.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In coda da prima dell'alba per comprarsi un paio di scarpe alla moda

BresciaToday è in caricamento