social

Marcell Jacobs vola ancora nella staffetta 4x100: è nuovo record italiano

La cronaca di un'altra grande impresa

Filippo Tortu e Marcell Jacobs

Tutto vero: l'Italia della staffetta maschile 4x100 torna a giocarsi una finale olimpica 21 anni dopo Sidney. Con un tempo che è anche record italiano, 37.95: superato il precedente (38.11) realizzato ai Mondiali di Doha di due anni fa. Di fatto è la miglior prestazione europea del 2021, la quinta continentale di tutti i tempi, il quarto tempo complessivo del round. Questo anche grazie alla stella bresciana già oro olimpico nei 100 metri piani: Marcell Jacobs, il leader del quartetto che tornerà in pista venerdì pomeriggio alle 15.50, ora italiana.

La cronaca di una grande impresa

Così la semifinale, raccontata dalla Fidal (Federazione italiana di atletica leggera). Il quartetto composto da Lorenzo Patta, Marcell Jacobs, Eseosa Desalu e Filippo Tortu si comporta benissimo, terminando al terzo posto in un arrivo serrato con Cina e Canada. I cinesi sono primi in 37.92, i canadesi secondi con lo stesso tempo (due soli millesimi di margine) trascinati dalla rimonta di un formidabile De Grasse, gli azzurri terzi, immediatamente adosso.

La sorpresa è l'eliminazione degli Stati Uniti, schierati praticamente con la formazione titolare (Bromell, Kerley, Baker e Gillespie) ma irriconoscibili, addirittura sesti in batteria con tempo di 38.10. A precedere l'Italia nella lista complessiva del turno, oltre a Cina e Canada, anche la Giamaica, vincitrice della prima batteria in 37.85, il miglior risultato in assoluto. 

Jacobs portabandiera dell'Italia

La corsa degli azzurri, continua Fidal, lascia immaginare dei margini di miglioramento, perché i cambi vengono realizzati in assoluta sicurezza, e Jacobs cerca soprattutto di farsi prendere dall'ottimo Patta e di non “tamponare” Desalu. L'ultima consegna del testimone, con Filippo Tortu, brilla per rapidità del cambio di mano, e gli azzurri così s'involano al traguardo. E oggi di nuovo in pista dicevamo, tutto per tutto, venerdì alle 14.50. Intanto un'altra buona notizia per il “nostro” Marcell Jacobs: lo sprinter di Desenzano del Garda sarà il portabandiera dell'Italia alla cerimonia di chiusura di Tokyo 2020. Avanti così.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marcell Jacobs vola ancora nella staffetta 4x100: è nuovo record italiano

BresciaToday è in caricamento