Scuola

Moda: “La Lombardia è il futuro del settore in Italia e nel mondo”

A dirlo l'assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e Moda, Lara Magoni durante il contest di 'Fashion Graduate Italia 2018', evento organizzato dalle scuole

Oltre 70 progetti presentati da altrettante studentesse e studenti, ben 40 scuole di moda, istituti professionali e licei artistici lombardi coinvolti e alcune decine provenienti da tutta Italia. Sono questi i numeri principali del contest di 'Fashion Graduate Italia 2018', evento organizzato dalle scuole della Piattaforma Sistema Formativo Moda che, dal 26 al 29 ottobre, ha messo in cartellone decine di sfilate, talk, allestimenti e workshop. Un vero successo, oltre 5.000 visitatori per analizzare e dibattere delle tendenze di un settore cruciale per il tessuto produttivo sia locale che nazionale. 

All'interno della rassegna, ampio risalto è stato dato al concorso dedicato agli studenti degli ultimi due anni dei licei e degli Istituti tecnici professionali, una vetrina per i giovanissimi che hanno presentato progetti, disegni e prodotti dei loro abiti ed accessori realizzati. Il 'Miglior Portfolio' se lo è aggiudicato Sofia Chen dell'IIS Marelli Dudovich di Milano; secondo posto per l'allieva Haiyan dell'IIS Montale di Cinisello Balsamo; terza piazza a Daniele Spica, del Liceo Artistico Damiani Almeyda di Palermo. 

"I riconoscimenti a questi ragazzi - ha sottolineato l'assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e Moda, Lara Magoni - dimostrano che il settore della moda in Lombardia è vivo e
vegeto e può contare su un futuro roseo. Eventi come 'Fashion Graduate' esaltano il merito e l'ingegno di tanti giovani che vogliono emergere in un settore altamente competitivo. E Regione Lombardia crede fermamente nelle nuove generazioni: grazie a Fashion Graduate, infatti, abbiamo stabilito un rapporto
privilegiato tra giovani, imprese e istituzioni. Il nostro obiettivo deve essere quello di esaltare la creatività dei nostri fashion designer, permettendo loro di accedere al mondo del lavoro e dimostrare tutta le loro capacità. Perché la creatività sarà sempre una peculiarità tutta italiana, che continua il suo percorso sulle orme di Leonardo da Vinci, un Genio conosciuto in tutto il mondo. Regione Lombardia è in prima
fila al fianco di questi giovani talenti". 

Il contest si è arricchito di altre 5 premiazioni: menzione speciale per l'Illustrazione a Nicola Beltrame del Liceo Artistico Statale di Verona; per l'Originalità a Bao Xia Ho del Liceo Artistico Statale di Verona; per la Ricerca a Eleonora Bonato, sempre del Liceo veronese; per la Grafica ad Angelica Calcaterra dell'ISS Olga Fiorini di Busto Arsizio (VA); per la tecnica a Monica Montalbetti dell'ISS Olga Fiorini, sempre di
Busto. 

Fashion Graduate Italia ha permesso ai visitatori ed esperti del settore di apprezzare ben 16 sfilate da parte dei maggiori istituti italiani nell'ambito del fashion (Istituto Secoli, Marangoni, Afol Moda, Domus Academy, NABA, Ferrari Fashion School, IAAD, LABA, HARIM, Istituto di Moda Burgo, Accademia
della Moda, Accademia di Brera, Istituto Modartech, Accademia Costume e Moda, Arsutoria, Cercal, Politecnico Calzaturiero). 

A dimostrazione dell'importanza nevralgica del settore della moda anche per Regione Lombardia, "capace di generare un giro d'affari di oltre 35 miliardi di euro, con 34.000 imprese attive e 91.000 addetti. E non solo: in Italia sono ben 90 i miliardi generati dal comparto, visto che la moda contribuisce per il 4% al PIL della nostra nazione", ha ricordato Lara Magoni. 

Le scuole bresciane coinvolte:  Istituto I.S. "Fortuny", ITS "Machina Lonati", Centro di Formazione Professionale Lonati, Accademia LABA (Libera Accademia di Belle Arti), Liceo Artistico "Foppa", Istituto I.S. "Tassara Ghislandi" di Breno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moda: “La Lombardia è il futuro del settore in Italia e nel mondo”

BresciaToday è in caricamento