Sabato, 20 Luglio 2024
Scuola

Lotta ai bulli e cyberbulli: nelle scuole di Brescia arrivano le mattonelle 'didattiche'

In occasione della Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola, l’assessorato alle Politiche Giovanili e alle Pari Opportunità del Comune di Brescia affiggerà alcune mattonelle "didattiche" nelle scuole secondarie della città.

Lunedì 7 febbraio, “Giornata Nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola”, le scuole di ogni ordine e grado sono invitate a promuovere eventi o attività di formazione e informazione destinate agli studenti e alle famiglie. Un’efficace prevenzione di bullismo e cyberbullismo richiede una forte presa di coscienza e una decisa assunzione di responsabilità da parte di tutte le componenti scolastiche e una positiva sinergia tra scuola, famiglia, istituzioni e agenzie educative presenti sul territorio.

L’assessorato alle Politiche Giovanili e alle Pari Opportunità del Comune di Brescia è sempre presente e, in questa occasione, intende partecipare alla campagna attraverso l’affissione di alcune mattonelle dedicate al contrasto di bullismo e cyberbullismo nelle scuole secondarie di secondo grado della città.

Un progetto che rientra in una delle quattro aree d’azione delle Politiche Giovanili costruite dall’Assessora Roberta Morelli per il supporto e il sostegno ai giovani. Il cyber bullismo è la manifestazione in Rete di un fenomeno più ampio e meglio conosciuto come bullismo. Quest'ultimo è caratterizzato da azioni violente e intimidatorie esercitate da un bullo, o un gruppo di bulli, su una vittima. Le azioni possono riguardare molestie verbali, aggressioni fisiche e persecuzioni, generalmente attuate in ambiente scolastico. Il cyber bullismo definisce un insieme di azioni aggressive e intenzionali, di una singola persona o di un gruppo, realizzate mediante strumenti elettronici (sms, mms, foto, video, email, chat rooms, istant messaging, siti web, telefonate), il cui obiettivo è quello di provocare danni ad un coetaneo incapace di difendersi.

Le mattonelle, consultabili attraverso qualsiasi smartphone utilizzando la tecnologia del qr code, contengono riflessioni, informazioni e contatti che promuovono il contrasto e la prevenzione del bullismo e cyberbullismo e rappresentano fisicamente un percorso che vede impegnato il Comune di Brescia e le scuole attraverso i servizi Informagiovani e Spazio giovani e i progetti di prevenzione.

Le mattonelle sono denominate “L'Altro come specchio”. L’autore dei contenuti e del prodotto è l’azienda Paesaggi di Parole artigiani digitali creatori di mappe, che le ha realizzate in collaborazione con l'assessorato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta ai bulli e cyberbulli: nelle scuole di Brescia arrivano le mattonelle 'didattiche'
BresciaToday è in caricamento