rotate-mobile
Salute

Desenzano: corso di formazione per diventare volontari Abio

Nuovo corso di formazione base

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

 Mercoledì 10 maggio alle ore ore 16, presso la Sala Meeting dell’Hotel Aquila d’Oro a Desenzano Del Garda, inizierà il nuovo corso di formazione base rivolto ad aspiranti volontari con l’incontro informativo durante il quale tutti avranno la possibilità di conoscere ed approfondire la realtà dell’Associazione Abio. Queta realtà che quest’anno compie 20 anni: 20 anni di sorrisi e abbracci, di giochi donati e giochi inventati nella salsa giochi del Reparto Pediatria dell’ospedale di Desenzano, di storie raccontate e disegnate, di momenti trascorsi insieme per allontanare il dolore e la paura. 20 anni fa – il 7 aprile 2003- il primo volontario varcava la porta della sala giochi per accogliervi i bambini ricoverati nel reparto Pediatria e da quel giorno non la porta non è più stata chiusa, se non per il periodo della pandemia Covid 19.

Sono stati anni di ascolto attivo, di accoglienza e sostegno ai bambini ricoverati e alle loro famiglie, trascorsi con l’entusiasmo e la passione del primo giorno, con la voglia di prendersi cura e stare accanto a chi in quel momento è in difficoltà ed ha bisogno di un sostegno. In questi 20 anni tante persone sono passate nel Reparto, tante storie di vita si sono incrociate con quelle dei volontari, tanti bambini hanno regalato emozioni e sorrisi ai volontari, quei volontari che donavano tempo ed energia in uno scambio in cui tutti vincono. Molti progetti sono stati realizzati – in accordo con i responsabili sanitari – al fine di migliorare le condizioni di vita all’interno del Reparto: poltrone letto per ospitare i genitori, fasciatoi per le stanze di degenza delle neo-mamme, murales per colorare il Reparto e renderlo più allegro e a misura di bambino e giochi, tanti giochi donati ai bambini per rendere la loro ospedalizzazione un’esperienza meno traumatizzante e più serena.

Dal febbraio 2020 – quando la pandemia Covid 19 ha cambiato profondamente la vita di tutti noi – fino a maggio 2022 i volontari ABIO non hanno potuto essere fisicamente accanto ai bambini ricoverati, ma non hanno mai smesso di stare loro accanto con la consegna di kit di accoglienza e giochi donati per riempire le lunghe ore di degenza e cercare così di regalare speranza e allegria. Forte ed immediata è stata anche la risposta alla chiamata della Regione Lombardia e della Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliera ASST Garda per essere presente presso l’HUB Vaccinale di Lonato a supporto della campagna di vaccinazione per i bambini, partita del dicembre 2022 e conclusasi qualche mese dopo. Sempre pronti per stare accanto ai bambini, sempre con il medesimo entusiasmo che anima il nostro volontariato. Il 29 aprile Abio Desenzano ha voluto festeggiare con i propri volontari, soci e amici l’importante traguardo raggiunto, ricordando il passato che ha reso possibile questo cammino, festeggiare il presente che stiamo vivendo e – soprattutto – progettare il futuro che attende l’associazione. Il mondo del volontariato sta vivendo una crisi dovuta alle conseguenze della pandemia: meno volontari, più paure, minor disponibilità.

E tutto ciò proprio nel momento in cui, invece, è necessario un maggior sforzo, un maggio rimpegno per ristabilire equilibri venuti a mancare. C’è bisogno di far crescere i semi della solidarietà perché abbiamo capito che solo insieme possiamo cambiare le cose, solo con un progetto sostenuto da più persone si può realizzare l’idea di umanizzare il ricovero ospedaliero. Nuovi volontari per continuare il cammino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Desenzano: corso di formazione per diventare volontari Abio

BresciaToday è in caricamento