Politica Borno

"Ha chiesto 50.000 euro per sanare un abuso edilizio": condannato ex sindaco

La sentenza della Corte di Appello di Brescia

E' stata condannata in appello a 1 anno e 4 mesi di reclusione (pena sospesa) l'ex sindaca di Borno Veronica Magnolini, che invece in primo grado era stata assolta: lo scrive Bresciaoggi, che riporta la sentenza emessa dalla Corte di Appello di Brescia che, solo in parte, ha accolto le richieste del pubblico ministero tra cui la riqualificazione del reato contestato da tentata induzione indebita a tentata concussione, rigettando però la richiesta di condanna di 2 anni e mezzo.

I fatti risalgono al 2016, quando l'allora sindaca avrebbe chiesto a due residenti di consegnare 50mila euro per evitare ulteriori controlli in merito a un abuso edilizio. Per la Procura Magnolini non agì da sola: insieme a lei anche l'ex segretaria comunale Maria Giuseppina Fazio, condannata con rito abbreviato a 1 anno e 4 mesi. Sono stati invece assolti Luigi Fadda e Alberto Lenzi. Non si esclude ora un ulteriore ricorso in Cassazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha chiesto 50.000 euro per sanare un abuso edilizio": condannato ex sindaco

BresciaToday è in caricamento