Magasa e Valvestino mollano Brescia e scelgono il Trentino

Nel 2008 il referendum, poi i pareri positivi di Trentino e Lombardia: i piccoli Comuni bresciani di Valvestino e Magasa - insieme fanno meno di 350 anime - pronti a 'trasferirsi' sotto la bandiera del Trentino Alto Adige

Magasa

Tutti insieme fanno (forse) 350 abitanti. Sono i Comuni di Valvestino e Magasa, a metà tra l’alto Garda bresciano e il Trentino. Ma che presto lasceranno davvero la Lombardia, per ‘trasferirsi’ oltre confine, e tornare a battere bandiera (e cassa) alla confinante Regione a statuto speciale.

Lo ha decretato un referendum del 2008, lo hanno confermato le due Regioni interessanti: Trentino, appunto, e Lombardia. Il consiglio regionale lombardo proprio in questi giorni avrebbe dato il via libera definitivo all’annessione trentina dei due piccoli Comuni bresciani.

Erano già stati di ‘proprietà’ trentina, o meglio asburgica. Almeno fino al 1918, quando la Grande Guerra finì e anche il Trentino divenne italiano. Ci ha pensato poi Benito Mussolini, una ventina di anni più tardi, ad annettere Magasa e Valvestino alla provincia di Brescia. Meno di 80 anni più tardi la storia si ripete, ma al contrario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora manca l’ultimo ma fondamentale passaggio: la decisione del Parlamento. Perché in effetti manca una legge, la norma che possa permettere alle 350 anime separatiste di fare propria la decisione referendaria vecchia ormai di oltre cinque anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

Torna su
BresciaToday è in caricamento