Politica

Gelmini, farmaci e interessi privati: ombre sull’Università di Brescia

La nuova segretaria del rettore Sergio Pecorelli sotto la lente d'ingrandimento di Ispettorato e Corte dei Conti: la denuncia de ilfattoquotidiano.it sull'assunzione considerata 'sospetta'

L’assunzione di una 'costosa' segretaria all’Università di Brescia sotto la lente dell’Ispettorato per la Funzione Pubblica del ministero e della Corte dei Conti. Lei si chiama Elisa Gregorini, dallo scorso novembre assunta come “segretaria particolare” alle dirette dipendenze del rettore Sergio Pecorelli, già nell’occhio del ciclone per una vicenda legata al suo pensionamento ‘in ritardo’. Assunta con un contratto a tempo determinato da circa 30mila euro all’anno, più di 2500 al mese.

Tra le sue mansioni il rilancio in veste nuova dell’ateneo bresciano, con tanto di cambio di logo e di ‘mission’, ora definita nei termini di una università tematica “per la salute e il benessere delle persone nell’ambiente”. Che ci sia qualcosa di strano lo racconta Andrea Tornago su ilfattoquotidiano.it: un progetto strategico, scrive, che ruota intorno a parole chiave come “longevità, ambiente, stili di vita, tecnologie per la salute, benessere”.

Praticamente gli stessi temi di cui si occuperebbe la fondazione privata del rettore Pecorelli, la Healthy Foundation specializzata nel campo medico e farmaceutico. Ma non finisce qui: Corte dei Conti e Ispettorato ministeriale avrebbero chiesto lumi al direttore generale dell’ateneo bresciano, Enrico Periti. Sia sul tema di un “uso improprio” del contratto di assunzione, considerato troppo oneroso, sia sul tema di un’eventuale “incompatibilità dell’incarico”.

Elisa Gregorini infatti non è l’ultima arrivata. Si è laureata nel 2007, da sempre impegnata nel campo delle pubbliche relazioni. Fino al 2013 consulente AIFA, l’agenzia nazionale per il farmaco, con stipendi che si aggiravano intorno ai 45mila euro l’anno, quasi 4000 al mese. Da sempre braccio destro dell’ex ministro Mariastella Gelmini, è stata pure la sua segretaria personale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gelmini, farmaci e interessi privati: ombre sull’Università di Brescia

BresciaToday è in caricamento