Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica Trenzano

"Si parla solo arabo, potremmo ritrovarci con il terrorista sotto casa"

La nuova uscita del sindaco di Trenzano Andrea Bianchi, a settembre gradito ospite di un'assemblea di Forza Nuova: a gamba tesa sul centro islamico di Via Vittorio Veneto, che - a suo dire - potrebbe essere una "fucina" per terroristi

Il sindaco di Trenzano Andrea Bianchi si schiera con Forza Nuova. E non è la prima volta: lo scorso settembre era già stato cortese ‘ospite’ di un’assemblea dell’estrema destra. Aveva già fatto parlare di sé, negando la cittadinanza ad un giovane immigrato che non sapeva leggere l’italiano. Ora difende apertamente le posizioni di Forza Nuova sul centro islamico del paese, in Via Vittorio Veneto.

La storia è stata ripresa e raccontata anche dal Corsera. Discussione rovente ormai da quasi cinque anni, sulla struttura cultura islamica che ospita anche decine e decine di fedeli  alla volta, in arrivo dai paesi vicini. Per il sindaco, si legge ancora sul Corriere, si tratterebbe di una zona franca “dove tutti parlano arabo, e la polizia non può capire cosa realmente succede”.

Questa l’ipotesi avanzata dal sindaco: “Essendo utilizzato solo l’arabo le forze di polizia non capiscono che tipo di attività si svolga nei locali del centro. Potrebbero svolgere indottrinamento di tipo integralista, e potremmo ritrovarci con un terrorista sotto casa”. A infiammare ulteriormente la polemica lo striscione appeso dai militanti di Forza Nuova, sezione Franciacorta: “No alla moschea, difendiamo la Nazione”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si parla solo arabo, potremmo ritrovarci con il terrorista sotto casa"

BresciaToday è in caricamento