I soldi delle tasse? Decideranno i cittadini come spenderli

Ora che la tassa di Igiene Ambientale è stata ripristinata, il Comune intende impiegare il denaro incassato seguendo indicazioni dei cittadini

Fino allo scorso anno la Tassa di Igiene Ambientale non era dovuta dai cittadini residenti nell'area inquinata da pcb. Ora che, non senza polemiche e malumori diffusi tra la popolazione, la tassa è stata ripristinata, il Comune intende impiegare il denaro incassato seguendo le eventuali indicazioni che verranno dagli stessi cittadini. Un modo per calmare le acque dopo la petizione presentata dal Pd e firmata da 600 cittadini?

Ciò che è emerso dalla Commissione congiunta Ambiente e Bilancio è che i soldi introiettati tramite la TIA in qualche modo verranno "ridistribuiti" ai cittadini che subiscono da anni gli effetti nefasti del pcb nel terreno delle loro abitazioni. L'assessore al Bilancio Fausto Di Mezza assicura che ci sarebbero già 450mila euro destinati ad interventi da realizzare nella zona interessata. Il Pd vorrebbe vederci chiaro su questi soldi (non ancora impegnati) ma accoglie favorevolmente la proposta di accogliere le esigenze che dovessero emergere dai cittadini sull'impiego del denaro.

Non resta che pensare a qualcosa da chiedere, e inoltrare la questione alla Circoscrizione Ovest. Fra un mese, nella nuova riunione delle commissioni, si valuteranno le proposte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

  • Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

  • Fontana: "Lombardia sarà zona rossa, lo dice Speranza. Non ce lo meritiamo"

Torna su
BresciaToday è in caricamento