Domenica, 26 Settembre 2021
Politica Padenghe sul Garda

Sanità e tangenti: i nomi degli arrestati, gli ospedali bresciani coinvolti

L'elenco completo degli ospedali in qualche modo coinvolti: non mancano strutture bresciane come Esine, Iseo, Leno, Orzinuovi e Salò. A capo dell'organizzazione l'imprenditrice Maria Paola Canegrati

Un giro d'affari da 400 milioni di euro, in buona parte illeciti. Un'organizzazione radicata nella sanità lombarda, una vera e propria associazione a delinquere – scrivono gli inquirenti – che nel tempo aveva perfezionato tattiche e strategia per corrompere funzionari, turbare aste e gare, intervenire nell'affidamento della gestione dei servizi di odontoiatria (e non solo) delle aziende ospedaliere.

Da Milano a Pavia, a Bergamo e Varese: ma nell'occhio del ciclone dell'ennesima inchiesta sulla sanità lombarda – che si è conclusa con l'arresto di oltre una ventina di persone, tra di loro anche il leghista Fabio Rizzi, braccio destro di Maroni – non mancano ospedali e strutture bresciane. Ma anche indagati: come Piercarlo Marchetti, nato a Mortara di Pavia ma residente a Padenghe sul Garda, dove ha sede anche la MTL Events s.r.l., società coinvolta nell’inchiesta.

Gli ospedali bresciani: le strutture sanitarie di Esine, Iseo, Leno, Orzinuovi e Salò. Inchieste accertate per appalti odontoiatrici, in tutto oltre 22mila euro, per gli ospedali di Iseo e Orzinuovi. Si contano 21 persone tra arrestati in carcere, ai domiciliari o con obbligo di firma. Le accuse: associazione per delinquere, corruzione, turbativa d'asta, riciclaggio.

A capo dell'organizzazione c'era una donna, di cui nelle ultime ore sono state rese note le generalità. L'imprenditrice coinvolta è Maria Paola Canegrati, titolare della Odontoquality di Arcore: in poco meno di un decennio la sua società, o altre a lei in qualche modo riconducibili, si sarebbero aggiudicate buona parte degli appalti lombardi di odontoiatria.

Questi i nomi di altri cinque arrestati: Pietro Caltagirone, Massimiliano Sabatino, Mario Valentino Longo, Lorena Pagani, Silvia Bonfiglio. Coinvolti ospedali a Desio, Vimercate, Seriate, Busto Arsizio, Melegnano e Milano. L'operazione è stata denominata “Smile”, sorriso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità e tangenti: i nomi degli arrestati, gli ospedali bresciani coinvolti

BresciaToday è in caricamento