menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sulzano: dopo CasaPound, per l'hotel dei profughi è l'ora di FN

L'hotel Alpino ancora bersaglio dell'estrema destra, dopo l'attacco di fine ottobre di CasaPound. Martedì è il turno di Forza Nuova

Nuova manifestazione di estrema destra contro i profughi ospitati nel Bresciano. Dopo i casi dell'hotel Tre Lampioni a Toscolano e di "Lago Nostrum" a Sulzano, martedì alle 21:00 Forza Nuova organizzerà un presidio sempre a Sulzano, in via Cesare Battisti, contro la decisione della Prefettura e del gestore dell'hotel di ospitare una decina di migranti africani presso l'albergo Alpino.

"Invitiamo i sulzanesi - commentano i militanti - a ribellarsi a questo ennesimo schiaffo alle priorità della nostra comunità, scendendo in strada e manifestando il proprio dissenso verso le istituzioni sorde e conniventi. Siamo sempre più convinti che le risorse vadano stanziate per i nostri disoccupati, per sostenere i nuclei familiari e rilanciare l'occupazione".

Sarebbe giusto ricordare, visto che anche la Lega - in questi giorni - sta tappezzando le strade bresciane con manifesti recitanti più o meno lo stesso concetto, che nel 2013 per i lavoratori italiani in difficoltà sono stati spesi, per la sola cassa integrazione, 4,1 miliardi di euro, mentre a 13,6 miliardi di euro ammonta l'indennità di disoccupazione ricevuta da 2,8 milioni di cittadini. Per i profughi, la spesa è stata di 110 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento