Politica Centro / Piazza della Loggia

Escalation di furti: "Non siamo nel Bronx, sicurezza evidente"

Il sindaco di Brescia Emilio Del Bono interviene sull'escalation di furti in centro e sulle auto bruciate in via Chiusure e zone limitrofe, rivolgendosi alle forze dell'ordine: "Stringete le maglie per individuare i responsabili"

Il sindaco Del Bono alla conferenza sull’emergenza criminalità — Copyright © Bresciatoday.it

La preoccupazione si è trasformata in rabbia, gli episodi vandalici da sporadici a frequenti. A raccogliere, spesso, le lamentele e le accuse, più o meno colorite, di commercianti e cittadini è, per questioni di prossimità, il primo cittadino di Brescia Emilio Del Bono, che lunedì ha radunato la stampa per  fornire una risposta e lanciare un appello ai comandanti dei Carabinieri e della guardia di Finanza, nonché al Questore: “ Bisogna stringere le maglie per individuare i responsabile”.

Al centro delle cronache locali e dell'attenzione del secondo fine settimana di maggio sono finite  l'ondata di furti notturni nei negozi del centro storico (la Loggia ne ha contate una decina nelle ultime settimane) e l'ennesimo atto vandalico del piromane, o dei piromani, delle auto. Eventi criminosi che fanno gridare, tramite i social (e non solo) i cittadini: “Brescia non è più una città sicura, servono più controlli.” È questo il sentimento diffuso. Guarda la video intervista al titolare del Ponchy's bar di via San Faustino, rapinato nella notte tra venerdì e sabato.

Non la pensa così Emilio del Bono: "Non siamo nel Bronx come qualche giornale ha scritto, c'è una sicurezza sostanziale evidente. È altrettanto chiaro che ci sono dei fenomeni che vanno tenuti sotto controllo,  come quello delle spaccate in centro e quello del/i piromane/i.  inaccettabile bisogna individuare il/ i responsabili ed impedire che ciò accada di nuovo".

Il sindaco ha anche precisato che in materia di sicurezza ed ordine pubblico i poteri dell'amministrazione comunale sono limitati dalla normativa vigente: “Non penso ad un sindaco sceriffo, ma credo che ai primi cittadini, che sono gli interlocutori principali dei cittadini, andrebbero conferiti più poteri in materia di sicurezza e di ordine pubblico, che sono principalmente compiti dello Stato, mentre le amministrazioni svolgono una funzione ausiliaria.  Su questo punto il legislatore dovrebbe riflettere”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escalation di furti: "Non siamo nel Bronx, sicurezza evidente"

BresciaToday è in caricamento