Le Sardine tornano in piazza Vittoria: "Una manifestazione che resterà nella storia"

Già fissato il nuovo appuntamento delle Sardine di Brescia: sabato 25 gennaio in Piazza della Vittoria con un “flash mob-performance”

7 dicembre 2019: le Sardine in Piazza Vittoria (fonte: francogafforelli - Instagram)

Le Sardine di Brescia tornano in piazza: l'appuntamento è fissato per sabato 25 gennaio dalle ore 18, in Piazza della Vittoria. Per l'occasione verrà realizzato un “flash mob-performance” sul tema della Giornata della Memoria. “Vogliamo tener fede all'impegno assunto di fronte a migliaia di persone – si legge in una nota –. Ci siamo lasciati lo scorso 7 dicembre con la promessa che ci saremmo ritrovati molto presto”.

Raccolta fondi online

Si segnala che per la prima volta le Sardine bresciane chiedono un “aiuto economico”. “Sarà un evento di grande impatto, su larga scala – fanno sapere gli attivisti – Abbiamo coinvolto, per realizzarlo, molte associazioni del territorio e più di mille partecipanti attivi che ci aiuteranno a rendere l'esperienza qualcosa di unico e mai visto. Per sostenere i costi di realizzazione abbiamo avviato una campagna di raccolta fondi attraverso la piattaforma Eppela, tra le più affidabili e sicure in Italia”.

Obiettivo 7.500 euro

Il traguardo è ambizioso: servono 7.500 euro. Ad oggi mancano 12 giorni, e sono stati raccolti poco più dio 1.800 euro. “Dopo aver riempito Piazza Vittoria con migliaia di persone – così si legge nella petizione – abbiamo deciso di onorare la Giornata della Memoria ritornando in piazza, ma con uno stile e una modalità del tutto nuovi. Coinvolgeremo la piazza nella realizzazione di un flash mob che resterà nella storia di questa città. Ognuno di voi sarà parte attiva e protagonista della coreografia, che stiamo realizzando insieme a professionisti del settore”.

I soldi saranno investiti non solo nella realizzazione della performance, ma anche per l'impianto audio, il service, il palco, le attrezzature, materiali e attività. Dopotutto la politica (e fare politica) ha un costo, e questo si sa. I fondi che eventualmente rimarranno, saranno donati alla Casa della Memoria di Brescia, che parteciperà attivamente all'iniziativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

Torna su
BresciaToday è in caricamento