menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per la prima volta niente festa del PD a Brescia

Il Partito Democratico in una conferenza stampa tenutasi ieri ha annunciato che non si terrà l'annuale festa del Partito Democratico: le autorizzazioni sono arrivate in ritardo per organizzare la kermesse

Dopo tanti anni per la prima volta Brescia non avrà la sua festa cittadina, la Festa Democratica quella che prima era chiamata la festa de l'Unità. Ieri in una conferenza stampa il segretario cittadino Giorgio De Martin ha spiegato perché salterà il consueto appuntamento estivo con i militanti e i volantari del PD: "Quella della Loggia è stata una ripicca. Ma il prossimo anno non riusciranno a impedirci di fare la nostra festa”.

La ripicca a cui fa riferimento il segretario democratico è relativa alla mancata concessione dei permessi per svolgere la festa: prima nella tradizionale location di Oltre Mella inagibile per la costruzione di un parcheggio a detta del sindaco Paroli e poi nella zona del luna park. In questo caso l'autorizzazione era stata concessa peccato solo che è arrivata due mesi dopo la richiesta ormai troppo tardi per organizzare nel mese di settembre tutta la kermesse.

Diverso invece l'atteggiamento dell'amministrazione Paroli nei confronti delle feste di partito di altre forze poltiche: per esempio la Lega Nord per cui tutte le autorizzazioni sono arrivate addirittura nel giro di quarantotto ore.

La mancata realizzazione della Festa Democratica è sicuramente per Brescia la perdita di un'occasione per il dibattito politico e di confronto sui temi amministrativi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Coronavirus

Covid: 43 casi in una settimana, in paese è allerta massima

Coronavirus

Pazienti positivi nell’ospedale no-Covid, chiuso un reparto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento