La tassa del turista: 150 euro per parcheggiare sul lungolago

La nuova tassa del 'Gratta&Sosta' di Sale Marasino: i turisti, proprietari di seconde case a affittuari non residenti dovranno pagare 150 euro all'anno per parcheggiare in paese. Poi 50 euro ai lavoratori 'stranieri', 10 euro ai residenti

Foto d'archivio

Fino a 150 euro all’anno per poter parcheggiare liberamente sulle strisce blu – le aree di sosta a pagamento – del Comune di Sale Marasino. Lo ha deliberato il consiglio comunale, quando mancano pochi giorni alla metamorfosi dei parcheggi del lungolago: circa 200 stalli di sosta che da ‘bianchi’ diventeranno ‘colorati’, e quindi a righe blu e a pagamento. Con i nuovi parcheggi saranno ben 11 le aree di sosta a pagamento, in tutto il paese.

Il nuovo provvedimento in realtà non è drastico come sembra. La tassa da 150 euro infatti non si riferisce ai residenti, quanto piuttosto ai turisti, proprietari di seconde case e affittuari non residenti. Per gli ‘altri’ esiste una scala di costi abbastanza varia: i residenti pagheranno solo 10 euro all’anno, i lavoratori non residenti 50 euro.

Il nuovo meccanismo, denominato ‘Gratta&Sosta’, pare abbia già provocato polemiche. Ma il Comune tira dritto, e si prepara ad incassare. E qualcuno promette che addirittura si risparmierà, rispetto al ‘classico’ metodo a tariffa oraria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

Torna su
BresciaToday è in caricamento