Politica

“Ha abusato sessualmente di una 19enne”, ex sindaco sotto processo

Ricorso in appello per l’ex sindaco di Rovato Roberto Manenti, accusato di abusi sessuali da una donna che all’epoca aveva 19 anni. Avrebbe riconosciuto il suo volto sfogliando un giornale locale. Successe tutto a Verona nel 1999

L'ex sindaco di Rovato Roberto Manenti

L’avrebbe riconosciuto sfogliando le pagine di un giornale: “E’ stato (anche) lui”. Era il 1999, l’accusa è scattata un anno più tardi: la vittima di allora una giovane ragazza romena, tra i grandi accusati di quella notte di violenze anche Roberto Manenti, ex sindaco di Rovato e ora presidente del consiglio comunale. Processo al via nel 2006, una prima condanna nel 2009: 6 anni e 8 mesi più 10mila euro di risarcimento.

L’ex sindaco avrebbe abusato sessualmente della giovane donna. Come sostiene l’accusa, il suo ‘sfruttatore’ l’avrebbe letteralmente “offerta” a Manenti: un premio, un regalo, una riconoscenza. Il noto politico bresciano ha sempre negato tutto: il fatto sarebbe avvenuto a Verona, fu quel Tribunale ad emettere la prima sentenza. Manenti è ricorso in appello, ora tocca a Venezia dare la sentenza definitiva.

Non si esclude l’ipotesi di un nuovo ricorso, oppure della prescrizione. La storia sarebbe andata così: la donna – all’epoca aveva 19 anni – è comunque nel ‘giro’. Ma in collaborazione con le forze dell’ordine riesce a far smantellare una rete intricata di truffe e truffatori. In parallelo trova il coraggio di denunciare i suoi aguzzini, oltre a quelli che avrebbero appunto abusato di lei.

Tra questi l’ex sindaco Roberto Manenti, ora di nuovo a processo – ricorso in appello – dopo la prima condanna nel 2009, a dieci anni esatti dai fatti raccontati dalla giovane. Abusi sessuali che in vista di una nuova sentenza sono tornati ad essere soltanto presunti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ha abusato sessualmente di una 19enne”, ex sindaco sotto processo

BresciaToday è in caricamento