Politica

Rolfi sulla sparatoria di Mazzano: "Sgomberare i campi"

"I campi nomadi sono espressione di emarginazione sociale, ghettizzazione, degrado urbano e spesso anche di criminalità", queste le parole del vicesindaco

Il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia, Fabio Rolfi, ha commentato la sparatoria avvenuta in una campo nomadi sul territorio comunale di Rezzato, in prossimità della zona di Buffalora: “Anche se quanto è successo non riguarda direttamente il territorio del Comune di Brescia, non ci si può comunque esimere dal sottolineare come questi fatti siano troppo frequenti all’interno dei campi nomadi, contesti in cui vige una diversa legalità, con leggi decise dai capifamiglia e regolamenti di conti che avvengono attraverso queste modalità. I campi nomadi sono espressione di emarginazione sociale, ghettizzazione, degrado urbano e spesso anche di criminalità. Occorre archiviare definitivamente questa gestione del nomadismo, ormai superata a Brescia dal fatto che i nomadi sono diventati tutti sedentari, attraverso sgomberi, chiusura dei campi e avvio alla residenzialità per chi vuole vivere onestamente e in modo autonomo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rolfi sulla sparatoria di Mazzano: "Sgomberare i campi"

BresciaToday è in caricamento