Politica

Psi Brescia per la raccolta firme contro il porcellum

Il Partito Socialista Italiano ha, da subito, condiviso la proposta Passigli che ripropone le ragioni della petizione popolare proposta da noi socialisti con una raccolta firm

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

REFERENDUM ELETTORALI  -  un po’ di chiarezza

E’ attualmente attiva la raccolta di firme per due proposte referendarie:

PASSIGLI - è conosciuta con il nome del senatore Stefano Passigli, tra i promotori, e, attraverso tre quesiti, propone la modifica del “porcellum” in vigore con l’eliminazione di: premio di maggioranza - liste bloccate - designazione del premier. Si avrebbe un sistema proporzionale con sbarramento al 4%.

PARISI – Arturo Parisi è tra i promotori della proposta di cancellazione integrale del “porcellum” con l’intento di ripristinare la precedente legge Mattarella approvata nel 1993.

Il Partito Socialista Italiano ha, da subito, condiviso la proposta Passigli che ripropone le ragioni della petizione popolare proposta da noi socialisti con una raccolta firme.

Dubitiamo peraltro che tale proposta possa cogliere l’obiettivo delle firme necessarie soprattutto perché proprio Passigli si è ritrovato con il suo stesso Partito (il PD) alternarsi nel sostegno alla sua iniziativa oppure alla modifica della legge in Parlamento oppure ancora ed infine nel sostegno alla iniziativa di Parisi. Ciò ha comportato una incertezza di iniziativa con Passigli che, dopo aver annunciato la raccolta firme,  l’ha sospesa e successivamente ripresa. Il risultato è che manca l’informazione sul fatto che la raccolta firme sia ancora attiva, che i moduli si possono trovare solo nei comuni. ( termine raccolta 15 settembre)

Per quanto riguarda la proposta Parisi, a parte le perplessità nel merito,ricordiamo che più di un costituzionalista sostiene che la stessa sarebbe inefficace dal punto di vista del contrasto al “porcellum”. Infatti, l’idea che l’abolizione dell’attuale sistema elettorale attraverso il referendum possa automaticamente ripristinare il cosiddetto “mattarellum”, sembra non avere fondamento.

Se così fosse, ammesso il raggiungimento delle firme necessarie, la proposta di referendum verrebbe respinta in quanto si creerebbe un vuoto legislativo. In sostanza l’obiettivo di cancellare il “porcellum” si affievolisca lasciando più spazio all’ipotesi che riesca a farlo il Parlamento. I socialisti comunque  invitano a prendere in considerazione la proposta Passigli .

Santo Consonni                              
Segretario Regionale PSI              

Maria Cipriano
Segretaria Provinciale PSI  Brescia

13 /09/ 2011

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Psi Brescia per la raccolta firme contro il porcellum

BresciaToday è in caricamento