Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Protea: da Brescia la denuncia per il dirottamento degli aiuti a Tindouf

Protea, Associazione per la Tutela dei diritti dell'uomo, una no profit bresciana, condanna aspramente la doppia Violazione dei diritti umani messa in luce e resa pubblica dal Parlamento Europeo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Protea, Associazione per la Tutela dei diritti dell'uomo, una no profit bresciana, condanna aspramente la doppia Violazione dei diritti umani messa in luce e resa pubblica dal Parlamento Europeo.

Attualmente nelle mani dei funzionari dell'Olaf (ufficio europeo antifrode) un dossier reso pubblico dal Parlamento Europeo che denuncia una sistematica deviazione degli aiuti umanitari destinati a Tindouf e finiti nelle mani di persone truffaldine e non dei bisognosi.

Trattasi di una doppia violazione perchè il dossier risale al 2007, periodo di piena crisi economica per i Paesi appartenenti all'Europa e nonostante ciò sono stati inviati fino ad oggi 10.000.000 euro annui a popolazioni indigenti che non ricevevano la merce, ma che si ritrovavano i prodotti europei venduti nei mercati il cui guadagno, come emerge dalle testimonianze, andava ad ingrassare le tasche di responsabili del Fronte Polisario.

Da una mancanza di un censimento, la popolazione dei campi veniva sovrastimata al fine di ottenere ingente quantità di aiuti umanitari dall'Europa e mai arrivati a destinazione per intero.

Vista l'attuale situazione internazionale, ci domandiamo perchè se tale situazione è emersa nel 2007 (tutti i documenti sono pubblici e ne hanno parlato voci autorevoli come "the Hill,"le Monde" "the leadership Council" nonché reperibile il rapporto pubblico) si siano continuati gli invii regolari di aiuti e solo all'inizio dell'anno 2015 venga depositato un dossier???

Ci auguriamo tale situazione incresciosa venga chiarita, dispiaciuti per i cittadini europei contribuenti che vivono in stato di indigenza economica e si vedono sperperare i loro contributi e per le povere popolazioni di Tindouf che non hanno ricevuto gli aiuti a loro destinati generosamente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protea: da Brescia la denuncia per il dirottamento degli aiuti a Tindouf

BresciaToday è in caricamento