Un piccolo Comune e un grande sogno: la coppia di fatto, ma per davvero

Una mozione presentata dal M5S rilancia l'ipotesi ormai prossima di un registro delle unioni civili, per coppie di fatto anche dello stesso sesso: a Padenghe una piccola grande rivoluzione giuridica

Una coppia si bacia al Grand Pride Wedding, il matrimonio gay di massa che si celebra a Casa Loma in Canada

Da qui a parlare di matrimonio gay, o di coppie di fatto vere e proprie, c'è ancora un abisso. Ma il piccolo Comune di Padenghe sul Garda sarà tra i primi della Provincia pronto a dotarsi di un registro ufficiale per le unioni civili, e che permetterà dunque a tutte le coppie – anche di persone dello stesso sesso – di potersi vedere riconosciuti diritti e doveri simili a quelli di una coppia sposata.

La possibilità di avere una casa propria in cui vivere insieme, decidere chi e in quale misura sia tenuto a contribuire alle spese comuni della coppia, in caso estremo di cessazione del rapporto chi si impegnerà a corrispondere all'altro un assegno di mantenimento. In ultimo, ma non per importanza, la possibilità di assistere il compagno o la compagna anche in ospedale, una possibilità ad oggi spesso negata dalle strutture e dal personale in assenza di un vincolo di parentela.

La piccola Padenghe come una grande avanguardia nel panorama politico italiano: a livello nazionale una legge sulle coppie di fatto ancora non si vede. Sul Garda la proposta è arrivata dal Movimento 5 Stelle, che ha fatto votare un'apposita mozione in consiglio comunale. Il prossimo step è la stesura di un regolamento, poi via libera al registro vero e proprio.

Come ha spiegato Andrea Paccagnella, portavoce locale dei 'grillini', “l'unione di persone conviventi non sancita dal matrimonio è una modalità di relazione ampiamente diffusa in tutta Italia”, e il registro delle unioni civili segue la strada di un riconoscimento giuridico “sempre più necessario”.

“Il riconoscimento delle unioni civili – conclude poi il sindaco PD Patrizia Avanzini – non toglie i diritti alle famiglie tradizionali, ma li dà a chi ne privo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento