Politica

Nuovo Psi di Brescia: "Natale si, ma non per tutti.... e nulla per molti"

La crisi economica in un natale che si preannuncia tutt'altro che felice per molti cittadini

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Schermata 11-2456261 alle 16.22.13-2L'imminente arrivo delle festività natalizie coincide quest'anno con un'epoca sociale di grande crisi economica che come un grosso diluvio sta letteramente inondando tantissime classi sociali disagiate e tantissime categorie di cittadini in preda alla sconforto derivata dalla inoccupazione e dalla disoccupazione sempre più dilagante.

Inoltre le nuove povertà che colpiscono giovani, meno giovani e ed un numero considerevole di pensionati che percepiscono pensioni inadeguate coronano una situazione allarmante e socialmente pericolosa. Ma il governo, artefice di aver fatto precipitare una già delicata posizione sociale con reazioni economiche a catena, incapace o compiacente nel non saper trovare e fronteggiare tale momento epocale pretende ancora ulteriori atti di spremitura economica e tanta felicità e gioia con sontuose illuminazioni natalizie a dimostrare che la crisi è ormai alle spalle nonostante le continue notizie di licenziamenti da parte di note aziende ed un impoverimento globale del paese.

Ritengo a tal proposito che ogni economia mondiale così come del resto la vita, per essere coerente e non subire gravi flessioni e danni debba essere paragonata ad una bilancia, magari non perfettamente allineata ma neanche spropositamente scoordinata come quella dei tempi attuali. Se le risorse in questo paese scarseggiano è inutile proseguire nell'impiegare fondi in inutili abbellimenti esteriori, nel continuare a garantire retribuzioni d'oro alle gerarchie pubbliche e private a danno delle classi più deboli. Il passo indietro di tutti, forse, è l'unica arma capace di garantire solidarietà economica e sociale all'intera collettività, già adottata da alcune ma ancora poche aziende private.

La politica in primis e le istituzioni di conseguenza è ora che si facciano artefici di placare questo bagno di sangue con una riforma condivisa che ripristini quell'equilibrio sociale che si è ormai tristemente alterato in un natale che si preannuncia poco gratificante e tutti.

ANTONIO GIUDICI - Segretario Provinciale del Nuovo- Psi di Brescia

nuovopsibrescia@live.it

 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Psi di Brescia: "Natale si, ma non per tutti.... e nulla per molti"

BresciaToday è in caricamento