menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Appalti truccati: chiesti 5 anni di carcere per il sindaco coinvolto

Si avvicina alla sua naturale conclusione il processo per gli appalti pilotati di Malonno: chiesti 5 anni di reclusione per l'ex sindaco Stefano Gelmi

Appalti truccati in Valcamonica, arrivano le prime (e pesantissime) richieste di condanna. Il filone d'indagine riguarda in particolare il processo con rito abbreviato per il cosiddetto “sistema Malonno”, il “metodo” contestato dalla Procura secondo cui l'ex sindaco Stefano Gelmi (che è stato anche arrestato) insieme ad altri funzionari e collaboratori, e in accordo con imprenditori della zona, sarebbe riuscito a “gestire” il sistema locale degli appalti, favorendo di volta in volta le aziende considerate “amiche”.

Nel mirino degli inquirenti, nell'ambito delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Ambrogio Cassiani, ci sono finite opere come la riqualificazione del municipio (per oltre 400mila euro), i lavori alla biblioteca (per 450mila), vari interventi infrastrutturali e di viabilità (per altri 250mila euro).

Le richieste di condanna

E proprio in queste ore il lungo elenco degli indagati si è tramutato in un altrettanto lungo elenco, ma di richieste di condanna. Il pubblico minitero ha chiesto 5 anni di reclusione per l'ex sindaco Gelmi, 4 anni e 2 mesi per Morena Piloni e Remo Fona, la prima al servizio della Centrale unica di committenza dell'Unione dei Comuni, il secondo noto imprenditore camuno: sono queste le richieste più pesanti.

Il processo

Seguono poi le richieste di condanna per gli altri imprenditori: 2 anni e 4 mesi per Pierdomenico Mora, 1 anno e 4 mesi per Silvano Andreoli, Alberto Avanzini e Silvano Andreoli. Hanno scelto invece di patteggiare gli imprenditori Andrea Cattaneo, Daniele Carnazzola, Michele Coatti, Alfio Panighetti e Nicola Taddei. Sono attese invece per metà dicembre le udienze che coinvolgeranno Gianpaolo Albertoni, altro funzionario pubblico della Centrale di committenza, e Bruno Cioccarelli e Alessandro Gelmi, altri due imprenditori del settore edile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento