menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Appalti pilotati in Valcamonica, indagato anche il sindaco di Edolo

Un altro nome eccellente emerge nell'inchiesta sugli appalti pilotati in Valcamonica: si tratta di Luca Masneri, il primo cittadino di Edolo e già presidente dell'Unione delle Alpi Orobie Bresciane

La notizia, velocissima, ha già fatto il giro di tutta la Valcamonica: come scrive Bresciaoggi, nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti pilotati che già aveva coinvolto il sindaco di Malonno (che era stato pure arrestato, e poco prima si era dimesso) un nuovo nome eccellente è stato iscritto nel registro degli indagati.

Si tratta di Luca Masneri, sindaco di Edolo e presidente dell'Unione delle Alpi Orobie Bresciane, il sodalizio istituzionale che raggruppa diversi Comuni della zona (oltre a Edolo e Malonno anche Corteno Golgi, Paisco Loveno e Sonico) e da cui si sarebbe scatenata l'onda d'urta dell'inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Ambrogio Cassiani.

Sotto la lente degli investigatori infatti, nel primo filone d'inchiesta che aveva portato appunto all'arresto di Stefano Gelmi, insieme a un'altra dozzina di persone tra imprenditori e funzionari, ci era finita la Centrale unica di committenza, lo “strumento” creato ad hoc per migliorare la gestione degli appalti pubblici e che invece a quanto pare – così dice l'accusa – sarebbe stato utilizzato per pilotarli.

Adesso anche il sindaco Masneri è indagato, in particolare per turbativa d'asta e altri reati specifici. “Sono molto sereno – ha detto il primo cittadino – Tutti mi conoscono, sanno come lavoro, sono convinto che questa vicenda si concluderà con un nulla di fatto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento