Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

Tangenti: arrestato Mantovani, vice presidente della Lombardia

L'esponente di Forza Italia è accusato di concussione, corruzione e turbativa

Mario Mantovani

Mario Mantovani, vice presidente della regione Lombardia ed ex assessore alla sanità, è stato arrestato con l'accusa di concussione, corruzione aggravata e turbata libertà d'incanti. Altre due persone sono state arrestate: Giacomo Di Capua, 34 anni, dipendente della regione e collaboratore di Mantovani, e Angelo Bianchi, un ingegnere del provveditorato alle opere pubbliche per la Lombardia e la Liguria. Mantonvani è attualmente assessore ai rapporti con l'Ue.

Altre dodici sono invece le persone indagate, tra cui Massimo Garavaglia, assessore regionale al bilancio. L'arresto di Mantovani è stato eseguito nella sua abitazione di Arconate (Milano). 

I fatti sono avvenuti tra atti avvenuti tra il 6 giugno 2012 e il 30 giugno 2014. Mantovani è stato senatore dal 2008 (e sottosegretario ai trasporti nel governo Berlusconi) ed è consigliere regionale dal 2013. 

Tutto nasce da una inchiesta della guardia di finanza e della procura di Milano, "operazione entourage", coordinata dal pm Giovanni Polizzi. L'ordinanza d'arresto è stata firmata dal gip Stefania Pepe e dal procuratore Edmondo Bruti Liberati. Sono state eseguite anche perquisizioni e sequestri di documenti su altre ipotesi di reato (abuso d'ufficio e turbativa d'asta) nelle sedi delle province di Milano, Pavia, Varese, Vercelli e Rimini, negli uffici degli indagati in regione e in 9 abitazioni e 17 enti o società.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti: arrestato Mantovani, vice presidente della Lombardia

BresciaToday è in caricamento