Politica Centro

Gli ‘stati generali’ di Pdl e Lega: "Centro storico pedonale tra le priorità"

Sabato mattina la 'conclave' in presenza di 50 esponenti della maggioranza, dai consiglieri ai presidenti delle Circoscrizioni. Accordi di governo e sulle grandi opere: unità per fine mandato, pedonalizzazione del centro storico, unica sede per uffici comunali. No al 'cubo'

Sabato mattina alle ore 9 all’Hotel Ac hanno preso ufficialmente il via gli ‘stati generali’ di Lega e Pdl, con l’intervento del sindaco Adriano Paroli davanti a una cinquantina di esponenti della maggioranza, dai consiglieri della Loggia ai presidenti delle Circoscrizioni cittadine. “E’ stata l’occasione per vedere l’avanzamento dei cantieri aperti e istruire i consiglieri sulla linea politica che li ha ispirati – commenta il primo cittadino – Un’occasione unica di approfondimento e condivisione, da cui sono uscite nuove idee”. Tanti i temi al centro del lungo dibattito, durato oltre 10 ore, tanti i punti in comune in vista della parte finale del mandato dell’attuale maggioranza di centrodestra, qualche divergenza sulle cosiddette grandi opere.

Al termine del ‘conclave’ trapelano le prime indiscrezioni, in particolare su quello che riguarda la già discussa pedonalizzazione del centro storico. Una piccola vittoria per la Lega e per Fabio Rolfi, vice sindaco da poco nominato Assessore alla Mobilità: “Nel programma ci si era dato tempo fino al dicembre del 2012 – ha spiegato – Noi accelereremo la trasformazione del centro, chiudendolo alle auto e rendendo le nostre piazze e strade più belle e a misura dei bambini”. Tra le priorità di fine mandato rientrerà anche la pedonalizzazione del centro storico, Corso Mameli incluso, la sede unica degli uffici comunali, il recupero dell’area della stazione, il nuovo parco dello sport e ovviamente la metropolitana.

Viene invece bocciata la proposta del ‘cubo bianco’ di Piazza Rovetta, la struttura in vetro che secondo l’Assessore ai Lavori Pubblici Mario Labolani (ex Alleanza Nazionale) sarebbe rapidamente diventata la più frequentata sala di lettura dei quasi 30mila universitari bresciani. Ma Paroli pensa positivo: “L’obiettivo è quello di coinvolgere nella gestione ogni singolo consigliere, la giunta si frequenta 24 ore su 24. Ma senza l’appoggio dei singoli in Consiglio Comunale si rischia di creare solo confusione”.

“Non si governa chiedendosi cosa inaugureremo prima della fine del mandato – prosegue il sindaco – Ci sono opere che la città attendeva da tempo, e questa maggioranza per la prima volta se n’è fatta carico. Questa è la stagione del coraggio, per la prima volta i grandi progetti sono stati affrontati in prima persona dal Comune”. E poi centro pedonale e metro: “La pedonalizzazione è sempre stata nel nostro programma, l’Assessore Rolfi ha affrontato da subito i tempi e le modalità. La metropolitana sarà pronta entro la fine del 2012 ma non aspetteremo, anticiperemo di un anno, entro il 2011 effettueremo anche alcune pedonalizzazioni coraggiose”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli ‘stati generali’ di Pdl e Lega: "Centro storico pedonale tra le priorità"

BresciaToday è in caricamento