La Tecnologia made in Brescia conquista il Nord Europa

+30% di fatturato con le esportazioni in Danimarca, Olanda, Svezia e Norvegia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Il Nord Europa strizza l’occhio alla tecnologia made in Italy e cerca componentistica di alta specializzazione nel territorio bresciano. A conquistare Danimarca, Olanda, Svezia e Norvegia è oggi la Deperi, azienda di Lumezzane che dal 1972 produce su disegno articoli torniti in ottone di alta precisione.
Il punto di svolta per le esportazioni è arrivato alla fine del 2002, quando l’Azienda ha deciso di affidarsi al servizio di temporary management in outsourcing di Co.Mark per l’internazionalizzazione delle PMI. Oggi l’incremento di fatturato dovuto all’export registra un +30%.
“Fino ad allora ci rivolgevamo solo al mercato italiano e, in particolare, locale” spiega Gianpietro Deperi, Responsabile Area Export di Deperi. “Poi ci siamo resi conto che “ci andava un po’ stretto” e che era necessario puntare sull’estero nella ricerca di nuovi mercati.” 
La scelta dei mercati esteri non è semplice. Il lavoro svolto con l’Export Specialist Co.Mark Federica Ambrosi a cui è stato affidato il compito di internazionalizzare i prodotti di Deperi si è basato sull’analisi di interscambio, cioè sul calcolo delle esportazioni e importazioni verso e da un Paese. 
La collaborazione tra Deperi e Co.Mark, i cui specialisti sono abituati ad operare trasversalmente su diversi mercati e per diversi settori merceologici, ha permesso di individuare in breve tempo nuovi clienti con le caratteristiche ricercate e di stabilire importanti contatti. Ottimi risultati sono venuti dal Nord Europa, che apprezza la qualità e la tecnologia offerta dal manifatturiero metalmeccanico italiano, ma la via dell’export è aperta anche al Medio Oriente con un importante contatto commerciale in Israele.
 
I canali di distribuzione appartengono al B2B. I prodotti Deperi infatti sono altamente specifici: vengono realizzati su disegno e secondo le esigenze dei singoli clienti.
 
“Il comparto manifatturiero metalmeccanico nel distretto bresciano a mio avviso ha ancora molte chance di successo sui mercati esteri. Molti dei buyer contattati riferiscono di conoscere la zona soprattutto la “Valle di Lumezzane” famosa per il notevole numero di tornerie e aziende specializzate nella lavorazione dell’ottone” così Federica Ambrosi descrive la realtà con la quale lavora a stretto contatto. “Di strada da percorrere ce n’è ancora per tutti, basta saper individuare i mercati e la tipologia di clienti adatti alla propria azienda e soprattutto non bisogna stancarsi di perseguire l’obiettivo: ricerca, qualità e servizio.”
La Deperi dimostra che la scelta di mantenere in Italia la produzione puntando sull’alta qualificazione della manodopera interna ed esaltando le caratteristiche del territorio si rivela la soluzione vincente per le PMI che di fronte al bivio imposto dalla globalizzazione si lasciano spesso attrarre dalla tentazione alla delocalizzazione. L’internazionalizzazione può essere la via per il rilancio delle PMI, che devono avere un ruolo più attivo utilizzando anche competenze in outsourcing. Occorre saper valorizzare le unicità delle nostre piccole e medie imprese e individuare per ciascuna tipologia di prodotto il mercato più idoneo ad assorbirlo e, nello stesso tempo, capire quali adattamenti si rendono necessari per entrare in questi mercati: qualità nel prodotto, competenza nell’elaborazione e attuazione di strategie di export.

Torna su
BresciaToday è in caricamento