Politica

Kyenge contestata a Brescia, Beccalossi: "Non mi dimetto"

L'assessore regionale replica al Partito Democratico: "Ho solo manifestato in un modo educato e democratico"

"Respingo al mittente la richiesta di dimissioni": così l'assessore regionale Viviana Beccalossi replica al Pd bresciano che ha chiesto un passo indietro dopo i fatti di sabato a Brescia in occasione della visita istituzionale del ministro Kyenge.

"Mi aspettavo - ha aggiunto Viviana Beccalossi - un sostegno dagli esponenti del Pd visto che sono stata io ad essere stata insultata e non io ad aver offeso. Io ho solo manifestato in un modo educato e democratico contro le politiche del ministro Kyenge".

Per l'assessore regionale "si rischia un razzismo al contrario: nessuno può contestare un esponente del Pd, mentre un esponente del Pd può dire tutto a tutti. Ho sentito il presidente Maroni che mi ha detto di andare avanti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kyenge contestata a Brescia, Beccalossi: "Non mi dimetto"

BresciaToday è in caricamento