rotate-mobile
Politica Manerba del Garda

Bancarotta fraudolenta: a processo anche due ex sindaci bresciani

Fissata a settembre l'udienza che coinvolge gli ex sindaci Isidoro Bertini e Paolo Simoni per il crac della Manerba Investimenti, l'azienda municipale fallita nell'estate del 2012

E' stata fissata per il prossimo settembre l'udienza che coinvolge gli ex sindaci bresciani Isidoro Bertini e Paolo Simoni per il crac della Manerba Investimenti, società municipalizzata fondata nel 2005 e messe in liquidazione già dal 2009, ma poi dichiarata ufficialmente fallita solo nell'estate del 2012. Nella sua breve esistenza, tra due amministrazioni, l'azienda comunale aveva accumulato debiti per oltre 3,6 milioni di euro: negli anni si era contraddistinta per alcuni investimenti nel settore immobiliare e nel campo delle energie rinnovabili.

Proprio su parte di questi investimenti vertono le accuse della magistratura, che ha chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio non solo di Bertini e Simoni, ma anche dei componenti del Consiglio d'amministrazione Ivo Giacomini e Giovanni Marchetti, anche loro a processo a settembre, e Adorito Beltrami, Sergio Besozzi e Laura Fabadini, che invece hanno già discusso l'udienza preliminare e attendono una prima decisione del giudice alla fine di giugno.

Le accuse mosse a sindaci e amministratori

Come scrive il Giornale di Brescia, i due ex sindaci sono accusati di bancarotta fraudolenta in concorso: tra le altre contestazioni, ai vari indagati, anche la mancata conservazione dei libri contabili, la distrazione di 261mila euro versati a titolo di acconto per l'acquisto di pannelli fotovoltaici, le accuse di aver “occultato o dissipato crediti vantati dalla società nei confronti del Comune”, tra cui 650mila euro per la realizzazione del parco e del museo della Rocca di Manerba.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancarotta fraudolenta: a processo anche due ex sindaci bresciani

BresciaToday è in caricamento