menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gelmini: interrogazioni sulle nomine bresciane al Ministero

Due interrogazioni parlamentari da parte di esponenti dell'opposizione hanno riguardato alcune nomine importanti al Ministero dell'Istruzione, che sarebbero prive dei necessari requisiti di merito

Il Ministro  Mariastella Gelmini è stata al centro di alcune interrogazioni parlamentari riguardanti alcune nomine tutte bresciana al Miur. L'ultima di queste è stata sollevata del deputato piddino Alessandro Maran, che ha chiesto spiegazioni riguardo alla nomina di Massimo Ghilardi - per chiamata diretta alla luce di “comprovate e qualificate esperienze professionali” - a dirigente della direzione generale della Ricerca e a responsabile dell'ufficio di vigilanza e finanziamento degli enti di ricerca. Insomma, Ghilardi si trova ora a dirigere un flusso di finanziamenti di circa 915 milioni di euro. Le reali qualifiche del quarantacinquenne Ghilardi?  
 
Carabiniere di leva, laurea in Scienze Motorie alla Cattolica di Brescia, Laurea in Sociologia Politica ad Urbino, iscrizione all'albo dei promotori finanziari e, ultimo ma non meno importante, tesoriere della fondazione “Liberamente” alla cui testa, oltre alla Gelmini, ci sono il ministro Frattini e Mario Valducci. Spiegazioni se la nomina corrisponda o meno a reali criteri di merito, da parte del ministro non sono ancora giunte.
 
Un'altra interrogazione ha riguardato invece il “direttore generale della politica finanziaria e di bilancio” del ministero. Il suo nome è Marco Ugo Filisetti, cinquantacinquenne bresciano. Curriculum: laurea in Legge, funzionario e dirigente della Provincia di Bergamo. Il tesoriere del Pd, Antonio Misiani, ha chiesto il perché della nomina, che a sua giudizio è dettata solamente da ragioni politiche. Inoltre, Filisetti dal 2009 è anche sindaco di Gorle nel bergamasco, ma in quanto dirigente ministeriale e dipendente civile dello Stato, la sua nomina non poteva considerarsi valida. 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento