Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Insulti a Cécile Kyenge, Maroni: "Caso chiuso, parliamo d'atro"

Per il presidente della Regione l'insulto di Calderoli è un caso da archiviare

"La questione è chiusa, parliamo d'altro". Lo ha ribadito il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, ieri in visita in alcuni cantieri della provincia di Bergamo, rispondendo alle domande insistenti dei giornalisti sull'insulto razzista di Calderoli al ministro Kyenge.

Il presidente della Regione ha spiegato di non voler aggiungere altro sulla vicenda, facendo capire ai giornalisti di essere più interessato alle opere pubbliche per le quali ieri è giunto in visita nella Bergamasca.

Radio Padania: insulti alla Kyenge
difesi con l'evoluzionismo

Maroni ha prima raggiunto Alzano Lombardo, per l'intervento di recupero dell'area ex Pigna, poi si è recato a Selvino, dov'è in programma la costruzione del primo skydome indoor d'Italia, infine a San Pellegrino Terme, in valle Brembana, per visitare il cantiere per il recupero del Casinò.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti a Cécile Kyenge, Maroni: "Caso chiuso, parliamo d'atro"

BresciaToday è in caricamento