menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un Tornado del VI Stormo

Un Tornado del VI Stormo

Quattro Tornado 'bresciani' pronti a far la guerra all’Isis

Sarebbero quattro i Tornado del Sesto Stormo bresciano di Ghedi già utilizzati da circa 10 mesi per varie operazioni di monitoraggio rispetto ai movimenti delle truppe Isis: proprio in queste ore sarebbero in volo tra Iraq e Kuwait

I Tornado bresciani ancora in guerra, ma senza il permesso di bombardare. Sono infatti quattro gli aerei del Sesto Stormo di base a Ghedi che da quasi un anno sono utilizzati in ottica ricognitiva nell’ambito dell’offensiva internazionale in atto contro l’Isis. Un atto di guerra che nelle ultime settimane potrebbe subire una sferzata decisiva, anche a seguito dell’ormai effettivo intervento russo in Siria.

Ma gli aerei bresciani – e italiani – per ora in Siria non ci andranno. Almeno in attesa di una decisione definitiva presa dal parlamento, o meglio dal Ministero della Difesa. La spartizione è affare di tutti: la prima mossa in Europa l’ha fatta ancora la Francia, indiscussa prima potenza militare del continente.

I quattro ‘bresciani’ proprio in queste ore sarebbero in volo sui cieli dell’Iraq, appoggiandosi ad una base militare in Kuwait. L’obiettivo è il monitoraggio dei movimenti e delle posizioni delle forze armate legate all’Isis.

Non è la prima volta, non sarà l’ultima: i Tornado di Ghedi hanno partecipato nell’ordine alla guerra del Golfo, alla guerra di unificazione europea dell’ex Jugoslavia, al più recente intervento militare in Afghanistan.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento