Ghedi: saluto fascista post elezioni, scoppia la polemica

Una foto galeotta e pubblicata su Facebook che ritrae un gruppo festante che celebra la vittoria delle elezioni con il saluto fascista. Il neosindaco Lorenzo Borzi minimizza: "Una goliardata"

Una goliardata. Così il neosindaco di Ghedi Lorenzo Borzi nel rispondere alle accuse su quella foto galeotta, quella che ritrae alcuni militanti riferibili al movimento di Ghedi Tricolore, parte integrante della vasta coalizione di centrodestra che ha sostenuto il candidato sindaco poi vincente.

Inevitabili le polemiche: il PD locale parla di “gesto provocatorio e inopportuno”, anche dalle liste civiche una condanna quasi unanime, per quelle “posizioni estremiste e fuori luogo”. Il sindaco Borzi minimizza: “Nel mio gruppo non ci sono estremisti di sorta”.

Ma quella foto intanto rimane. E la rete di scatena: la Rete Antifascista bresciana parla di “fascisti in Comune”, il gruppo di Sempre Avanti definisce “aberrante il loro saluto fascista”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento