Politica

Negozi, bar e ristoranti: in paese arrivano contributi fino a 1.000 euro

Il Comune di Gambara mette a disposizione un plafond di 70mila euro per sostenere le piccole attività del paese: in arrivo contributi fino a mille euro

Una boccata d'ossigeno per le attività del paese: a Gambara il Comune mette a disposizione 70mila euro a favore dei negozi di vicinato, attività di somministrazione, di servizi alla persona, hotel e commercianti su aree pubbliche, che potranno così beneficiare di un contributo a fondo perduto fino a mille euro. Il bando è operativo da lunedì 19 aprile: ci sarà tempo fino al 19 maggio per presentare domanda.

“L'amministrazione comunale – fa sapere il vicesindaco Simone Gibellini – ha stanziato 70mila euro, visto il prolungarsi delle chiusure causate dalla pandemia da Covid-19 che stanno mettendo a rischio la sopravvivenza delle piccole attività commerciali e artigianali di Gambara, già fortemente danneggiate dalla situazione economica antecedente la pandemia. Siamo consapevoli che quanto messo a disposizione non sarà certamente risolutivo, ma auspichiamo possa dare un piccolo aiuto a una situazione molto seria”.

Quali attività possono fare domanda

Tutte le informazioni, la documentazione e il bando completo sono disponibili anche sul sito web del Comune. Come detto, potranno accedere al bando gli esercizi commerciali di vicinato, ovvero con superficie di vendita inferiore a 150 mq; attività di ristorazione e somministrazione come bar, pizzerie, trattorie, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio; attività di servizi alla persona come acconciatori, barbieri, centri estetici, tatuatori, palestre, toilettatura; hotel; commercianti su aree pubbliche in forma itinerante o con posteggio fisso.

I requisiti: calo del fatturato del 20%

Questi, invece, alcuni dei requisiti: un volume d'affari (nel 2019) inferiore a 300mila euro annui; una riduzione del fatturato pari almeno al 20% rispetto al 2019; iscrizione al Registro imprese, oltre che “attivi e regolarmente autorizzati” in data antecedente al 2019; essere in regola con il Durc, il Documento unico di regolarità contributiva. Si prevede un contributo fino a un massimo di mille euro.

In caso di un numero di beneficiari maggiori a 70, il contributo spettante sarà pari all'ammontare dello stanziamento (appunto, 70mila euro) suddiviso per il numero degli aventi diritto. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'ufficio Commercio del municipio, telefonando allo 030 9528003 oppure via mail a commercio@comune.gambara.bs.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Negozi, bar e ristoranti: in paese arrivano contributi fino a 1.000 euro

BresciaToday è in caricamento