L'interventismo di Forza Nuova: “Riprendiamoci la Libia!”

Striscioni appesi a Brescia, Lumezzane e Desenzano: "Bisogna richiamare i nostri reparti dagli altri scenari di guerra, senza aspettare l'Onu"

Uno degli striscioni appesi dai militanti di Forza Nuova

Nella mattinata di mercoledì 18 febbraio, sono stati esposti dai militanti di Forza Nuova alcuni striscioni a Brescia, Lumezzane e Desenzano, recanti la scritta “Riprendiamoci la Libia! #Inteventismo”.

Secondo gli esponenti del movimento, sarebbe infatti necessaria una presa di posizione forte del governo italiano sulla questione libica, che ponga rimedio agli errori che hanno caratterizzato l’attacco al governo di Gheddafi nel 2011.

Spiegano i portavoce bresciani di FN: “Dal 2010 a oggi, l’interscambio del nostro Paese con la Libia è diminuito del 30% (una perdita complessiva di 5 miliardi di euro annui), l’afflusso di petrolio e gas è drasticamente precipitato rispettivamente del 60% e del 75%, mentre si stima che il 90% degli sbarchi clandestini sulle nostre coste parta da quelle libiche.”

“Preso atto di questi dati – continuano – bisogna richiamare i propri reparti dagli altri scenari di guerra e riaffermare la propria presenza senza aspettare le lungaggini dell’ONU, favorendo la formazione di un governo solido di unità nazionale, garantendo la ripresa economica e arrestando la tratta degli schiavi che attualmente si riversano sull’Europa.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

Torna su
BresciaToday è in caricamento