menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabio Volo

Fabio Volo

Scontro con Renzi sullo "Ius Soli", Fabio Volo prende e se ne va

Nuovo scontro politico per Fabio Volo sullo Ius Soli. Dopo Berlusconi, ‘rimproverato’ garbatamente nei camerini di “Che tempo che fa”, mercoledì  a Serralunga d'Alba è stata la volta di un altro ex premier, Matteo Renzi.

Lo scrittore era ospite di Oscar Farinetti alla Fondazione Mirafiore per presentare il suo ultimo libro, "Quando tutto inizia”. All’evento erano presenti anche il leader del Pd e il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino.

La situazione si è fatta tesa quando, dal libro di Volo, si è passati a parlare dello Ius Soli: “È impossibile che non riusciate a far approvare una legge che anche mio figlio di quattro anni ha capito quanto sia giusta, non posso essere io a difendere lo Ius Soli”, ha dichiarato a un certo punto lo scrittore.

Invece di rispondere sul tema, Renzi ha replicato illustrando quanto fatto di buono dal suo governo. Ha insomma cercato di evitare un argomento spinoso, ma la tattica non è andata giù a Fabio Volo: "Sono venuto qui a presentare il mio libro, non ad assistere ad un comizio”, e si è quindi alzato abbandonando la sala dopo aver lasciato cadere sul tavolo una copia del suo libro, nonostante sia stato ‘inseguito’ da Farinetti e dallo stesso Renzi, che hanno cercato in tutti i modi di fargli cambiare idea.

La serata si è conclusa nel peggiore dei modi, con grande delusione dei tanti fan dello scrittore che, su Twitter, si è poi scusato: "Mi spiace per questa sera, non era nulla di personale nei confronti di Renzi. Ci siamo ritrovati in una situazione che ho gestito male. Sorry."
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento