Esine: lo svincolo fantasma

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Identità camuna non và in vacanza e con un messaggio chiaro ha voluto richiamare l'attenzione sull'ennesima vergogna della viabilità valligiana.

Il giorno 27 dicembre abbiamo deciso di affidare questo messaggio ad uno striscione posizionato proprio in prossimità di quello che dovrebbe essere lo svincolo dell' ospedale di vallecamonica.

La volontà è quella di attirare l'attenzione su un problema che si trascina ormai da anni,il progetto originario infatti risale all'anno di costruzione del nosocomio,il 1993,modififcato poi nel 2001.con un investimento di circa 1,5 milioni di euro finanziati per il 70% da comunità montana di vallecamonica.

I primi lavori iniziati nel 2008 dovevano essere terminati in 210 giorni!Da allora solo menzogne,continui rinvii per questo o per quel motivo.
Ad inizio novembre sono scaduti i termini per l'assegnazione dei lavori i cui tempi di consegna sono di 120 giorni,ad oggi non si è visto ancora un operaio al lavoro!

Ennesima bugia? State sottovalutando l'intelligenza e la pazienza dei camuni.

Ricordiamo a chi di dovere che in questione c'è la salute delle persone e che qualche minuto guadagnato per arrivare in ospedale, può fare la differenza tra la vita e la morte in alcuni casi.
Vogliamo lo svincolo!

Torna su
BresciaToday è in caricamento