rotate-mobile
Regionali Lombardia 2013

Casini dopo il caso Borletti Buitoni: "No a strategia sul voto disgiunto"

Il leader dell'Udc risponde sull'ipotesi di voto disgiunto alle elezioni regionali lombarde, avanzata dalla candidata montiana Borletti Buitoni

"Se fare un voto disgiunto lo decideranno i cittadini, ma una nostra strategia in questo senso non c'é affatto". Lo ha detto il leader dell'Udc, Pierferdinando Casini, dopo il caso di Borletti Buitoni, rispondendo a una domanda sull'ipotesi di un voto disgiunto dei 'montiani' alle elezioni regionali in Lombardia, a favore del candidato del centrosinistra Umberto Ambrosoli.

"E' possibile che alcuni facciano un voto disgiunto - ha proseguito - ma questo lo vedremo il giorno dopo le elezioni". Casini ha ribadito quindi il suo sostegno al candidato Gabriele Albertini.

"Il mio sostegno ad Albertini è figlio di una scelta di serietà che non cambieremo - ha sottolineato - e chi pensa che Albertini debba ritirarsi ipotizzando che l'area di centro diventi una stampella della sinistra si sbaglia".


Secondo Casini il candidato Ambrosoli è "un'ottima persona", ma "si tratta di fare delle valutazioni non sulle persone ma sulle scelte della coalizione".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casini dopo il caso Borletti Buitoni: "No a strategia sul voto disgiunto"

BresciaToday è in caricamento