Del Bono: "Metterò subito a bilanco la bonifica della Deledda"

Parla il neo sindaco Emilio Del Bono. Nei primi 100 giorni, annuncia, metterà mano al bilancio previsionale per inserirvi la bonifica della scuola inquinata dal PCB

Brescia torna ad essere governata dal centrosinistra. Con quasi 47 mila voti, il 56,53% degli aventi diritto, i bresciani hanno scelto come loro nuovo sindaco Emilio Del Bono, sostenuto dal Partito Democratico e da alcune liste civiche. Il sindaco uscente, Adriano Paroli, si è fermato al 43,47%: lo hanno votato in 36.027. Una forbice di 13 punti percentuali e di quasi 11 mila voti che dà un taglio netto ad un quinquennio di governo targato Pdl, Lega Nord e Udc.

La città volta pagina e "cambia l'aria", per dirla con lo slogan della campagna elettorale di Del Bono. "Inizia un' avventura, un'avventura difficile, ma sicuramente entusiasmante" è stato il commento a caldo dell'ormai ex capogruppo Pd in consiglio comunale, già deputato per tre legislature, che ha promesso di voler essere "il sindaco di tutti. Vorrei che Brescia non fosse divisa". "La città ha bisogno di elementi di chiarezza" ha aggiunto. Forse anche per questo Del Bono ha annunciato che nei primi 100 giorni di governo metterà mano al bilancio previsionale, anche per inserirvi la voce relativa alle bonifiche della scuola Deledda, inquinata da PCB, sostanza cancerogena, e ai patti parasociali di A2A.

"Non pensavo a una vittoria così netta - spiega Del Bono -. Spero di poter con serietà rispondere alla fiducia dei bresciani, iniziando innanzitutto dalla ricerca dei collaboratori migliori".

Del Bono: "Palazzo Loggia sarà di tutti,
non di chi ha vinto. Tiratemi le orecchie se sbaglio"

All'arrivo in Loggia di Paroli per le interviste, i due sfidanti si sono passanti accanto senza nemmeno salutarsi: "Ma ora chiederò la collaborazione di tutti, anche del sindaco uscente. Ci vuole un armistizio: mettere da parte la campagna elettorale, perché ci sono dell'emergenze da affrontare, a partire da ambiente e povertà. Dobbiamo essere coerenti, ma il bilancio sarà durissimo da fare. Sono preoccupato: mancano diversi milioni di euro, il bilancio non è messo per nulla bene".

Per quanto riguarda la nuova Giunta, verrà annunciata entro 5-6 giorni, "sto ancora facendo pressione su alcune persone che mi piacerebbe avere con me", spiega Del Bono. Di certo, c'è la conferma a vice sindaco a Laura Castelletti, con delega alla cultura, come deciso nella alleanza pre voto. Ci sarà poi Marco Fenaroli, leader della lista "Al lavoro per Brescia", Federico Manzoni, consigliere uscente PD, a cui andranno le tematiche riguardanti la mobilità, e Felice Scalvini, che si occuperà probabilmente delle politiche sociali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: è morto l'imprenditore Giuliano Gnutti

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in poche ore morte tre sorelle

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 29 marzo 2020

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

Torna su
BresciaToday è in caricamento