Elezioni comunali 2013 Via Milano / Via Trivellini

Comunali: dalle schede al silenzio elettorale, da Nichi Vendola a Beppe Grillo

Domenica prossima urne aperte per scegliere il nuovo sindaco. Intanto, la macchina elettorale entra nel vivo. In città gli ultimi comizi prima del silenzio elettorale

Il 26 e 27 maggio Brescia sceglierà il suo nuovo sindaco. Per farlo, si è preparata con due campagne elettorali, dai toni e dalle tematiche molto diverse: quella prima e quella dopo il comizio di Silvio Berlusconi in piazza Paolo VI.

Una manifestazione, caratterizzata da tensioni di piazza tra due schieramenti contrapposti, pro e contro l'ex premier, che è stata un vero spartiacque, segnando il brusco irrompere della politica nazionale in una corsa a palazzo Loggia, sede del comune, che fino al giorno prima poco aveva interessato le cronache nazionali.

E' stato proprio dopo l'11 maggio che la sfida tra i due candidati di centro destra e centro sinistra si è fatta più aspra. Acceso il botta e risposta tra Adriano Paroli (Pdl), sindaco uscente, ed Emilio Del Bono (Pd) schierato con 6 liste, sulla presenza o meno in piazza dei sostenitori dell'uno e dell'altro.

Una sfida che si era già vista nelle comunali del 2008, quando Paroli venne eletto al primo turno con il 51,4% dei voti; Del Bono si fermò al 35%. Allora sul podio finì Laura Castelletti, un passato nel Partito socialista, oggi consigliere comunale e anima dell'associazione "Brescia per passione". Nel 2008 ottenne il 6,6% dei voti.

Uno schema che potrebbe riproporsi anche in questa tornata, sempre che non si vada al ballottaggio il 9 e 10 giugno: allora potrebbero configurarsi nuove alleanze. Ricandidato anche Francesco Onofri (2,6% di voti nel 2008). A scombinare le carte potrebbe essere Laura Gamba, avvocato bresciano candidato del Movimento 5 stelle, che ha anche lanciato un appello pubblico per invitare gli aspiranti assessori ad inviare via mail i propri curricula.

Quella appena iniziata è dunque l'ultima settimana di "lotta" in vista del voto di domenica e lunedì. Ultime battute anche per il calendario delle operazioni del procedimento elettorale.

Da martedì 21 maggio gli uffici comunali dovranno rimanere aperti ogni giorno, dalle ore 9 alle ore 19 e, nei giorni della votazione, per tutta la durata delle operazioni di voto per consentire il rilascio o il ritiro delle tessere elettorali non recapitate agli elettori e dei duplicati richiesti.

Comunali 2013: tutte le liste e i candidati
di Brescia e Provincia

Entro giovedì 23 maggio il sindaco o il commissario del comune chiamato al voto devono notificare la sostituzione agli scrutatori che prenderanno il posto di coloro che hanno rinunciato. Sempre giovedì scade il termine entro il quale coloro che sono ricoverati o sono detenuti devono far pervenire al sindaco del comune nelle cui liste elettorali sono iscritti la richiesta di esercitare il diritto di voto nel luogo di ricovero o di detenzione.

Entro venerdì 24 maggio avviene la consegna ai sindaci, da parte della Prefettura, delle scatolette contenenti il timbro per le sezioni elettorali e dei pacchi con le schede per la votazione per le elezioni comunali. Sempre entro venerdì vanno presentati al segretario comunale gli atti di designazione dei rappresentanti delle liste dei candidati presso i singoli seggi e presso l'Ufficio centrale, anche per l'eventuale voto di ballottaggio.

Decorso questo termine, la designazione può essere comunicata direttamente ai presidenti degli uffici elettorali di sezione il sabato pomeriggio, 25 maggio, oppure la mattina stessa dell'elezione, purché prima che abbiano avuto inizio le operazioni di voto. Il cosiddetto 'silenzio elettorale' scatta dalla mezzanotte del venerdì 24 maggio.

Prima di questa scadenza, sono due i comizi più importanti previsti in città. Martedì, al parco Caduti di Nassiryia, si attende Beppe Grillo. Il parco si trova in via Trivellini, una traversa di via Milano, scelto dai 5 Stelle per rimarcare il loro impegno sul caso Caffaro e sulle tematiche ambientali. Lo stesso giorno, in Largo Formentone (piazza Rovetta) è in programma alla 20.30 un intervento di Nichi Vendola a sostegno della lista Fenaroli e della corsa a sindaco di Emilio Del Bono.

Infine, per tutto il sabato 25 maggio, giorno precedente le elezioni, e nei giorni stabiliti per la votazione, è vietato effettuare comizi, riunioni di propaganda elettorale in luoghi pubblici o aperti al pubblico, così come é vietato affiggere stampati o manifesti di propaganda elettorale o diffondere trasmissioni radiotelevisive sempre di propaganda elettorale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali: dalle schede al silenzio elettorale, da Nichi Vendola a Beppe Grillo

BresciaToday è in caricamento