Venerdì, 18 Giugno 2021
Elezioni comunali 2013 Brescia 2 / Via Rodi, 65

Emorragia Pdl, un patto «per fermare chi tradisce gli elettori»

Simbolica firma per evitare la fuga dei consiglieri, come già accaduto con l'attuale giunta. Per tutto il giorno i gazebo per la raccolta firme per la nuova lista del Popolo della Libertà

Foto (C) Claudia Filisina

Ne troverete parecchi di gazebo targati PDL, magari già con il simbolo aggiornato alla campagna elettorale per le Comunali di fine maggio, "Berlusconi per Paroli", perchè come ci hanno ricordato dalla sede di Via Rodi, "nonostante la spinta civica Adriano Paroli è del PDL, e le origini non vanno dimenticate". La raccolta di firme per la lista che appunto candiderà Paroli alla poltrona di sindaco, mentre è ancora in via di definizione (dovrebbe mancare proprio un soffio) il lungo elenco dei nomi pronti per la Loggia, per la nuova formazione elettorale.

Potenziali consiglieri che, ha spiegato il coordinatore Stefano Saglia accompagnato da Roberto Toffoli, Marco Rossi e MariaChiara Fornasari, "hanno già firmato un patto simbolico con cui si impegnano a iscriversi al gruppo PDL e a non cambiare in corso d'opera, tradendo così la fiducia degli elettori". In via di definizione anche "il gioco delle coppie", già sicura la candidatura della ragazza più giovane delle Comunali 2013, "ha compiuto 18 anni in questi giorni, si è già iscritta al PDL ma con questo non vogliamo creare alcun caso politico".

Infine i nomi 'caldi' della lista pidiellina: Margherita Peroni, Giorgio Maione e Paola Vilardi. Tutti pronti, o quasi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emorragia Pdl, un patto «per fermare chi tradisce gli elettori»

BresciaToday è in caricamento