Martedì, 15 Giugno 2021
Elezioni comunali 2013

Ballottaggio, urne aperte: sarà una sfida all'ultimo voto

Domenica e lunedì si sceglie il nuovo sindaco di Brescia. Il tandem Del Bono-Castelletti, almeno sulla carta, parte favorito

Domenica e lunedì si sfidano per il turno dei ballottaggi i candidati a sindaco in 67 comuni italiani, di cui 11 capoluoghi di provincia: Ancona, Avellino, Barletta, Brescia, Iglesias, Imperia, Lodi, Roma, Siena, Treviso e Viterbo. Il centrosinistra parte in vantaggio in tutti i comuni capoluogo, anche in quelli storicamente più legati al centrodestra, come Imperia. Il Movimento 5 Stelle è invece riuscito ad andare al ballottaggio soltanto in tre comuni inferiori ai 15 mila abitanti: Pomezia (Roma), Assemini (Cagliari) e Martellago (Venezia).

Ballottaggio Paroli - Del Bono:
la diretta dei risultati dello spoglio

A Brescia sarà un voto sul filo di lana: il sindaco uscente Adriano Paroli, con il 38% di preferenze del primo turno, dovrà vedersela con Emilio Del Bono, sostenuto dal Pd, al 38,06%. Ma anche nella nostra città il centrosinistra - almeno sulla carta - parte favorito, soprattutto dopo l'alleanza con Laura Castelletti, che porta con sé una dote del 6,91%. Da non sottovalutare, però, la capacità del Partito Democratico di perdere quando parte in vantaggio, come insegnano le ultime elezioni politiche.

Del Bono e Paroli cercheranno di attirare i voti dei centristi, in primis i 6.711 elettori che hanno scelto al primo turno Francesco Onofri, anche perché quest'ultimo ha deciso di non schierarsi e, comunque vada il ballottaggio, di restare in Consiglio comunale tra le file dell'opposizione, per costruire nei prossimi 5 anni la sua corsa a palazzo Loggia (la sua è già oggi la terza forza politica bresciana, davanti anche ai 5 Stelle). Per entrambi i candidati, tuttavia, il primo nemico da battere sarà l'astensionismo, che a fine maggio aveva portato ai seggi il 18% in meno dei bresciani rispetto al 2008.

In Italia, invece, la sfida principale sarà quella di Roma, ma tutte le città sono importanti e tutte le diverse sfide sono ancora praticamente aperte. Partendo ovunque in vantaggio, il Pd spera di fare en plein, anche per i risvolti che il voto potrebbe in qualche modo avere sugli equilibri politici nazionali.

DOMENICA:

ORE 12:00 - Affluenza in calo rispetto al primo turno

ORE 14:00 - 'Media' di via Bagatta: sorpresa a fotografare la scheda elettorale

ORE 19:00 - Regge l'affluenza

ORE 22:00 - Affluenza in calo del 4%

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio, urne aperte: sarà una sfida all'ultimo voto

BresciaToday è in caricamento